Champions League, aspettando Manchester City-Monaco: il profilo di John Stones

Qualcuno ha ironizzato sul fatto che, per il Manchester City, potrebbe essere stato più difficile il girone di Champions League rispetto all’ottavo di finale che dovrà affrontare contro il Monaco. E sulla carta, sarebbe anche un ragionamento plausibile. Ma se andiamo a guardare i numeri stagionali della squadra francese, capiamo all’istante che il doppio confronto potrebbe rivelarsi ben più equilibrato del previsto: Falcao e compagni, infatti, godono al momento del miglior attacco a livello europeo, con una media di quasi tre gol a partita.

Ecco perché per i difensori di Pep Guardiola serviranno gli straordinari. Compreso John Stones, che fino a qui in stagione ha messo a referto venti presenze in Liga e sei in campo europeo (compresi i preliminari di Champions). Nel girone il centrale inglese classe 1994 se l’è dovuta vedere anche con il Barcellona di Messi, Suarez e Neymar. E dovrebbe farci l’abitudine, visto il club in cui gioca e soprattutto la cifra spesa per portarlo in Inghilterra (ben 60 milioni di euro).

Prima dei Citizen, Stones all’Everton aveva assaggiato soltanto la cornice dell’Europa League, nella stagione 2014/2015. Da quest’anno (e, probabilmente, per il resto della sua carriera) è arrivato il salto di qualità. Contro il Monaco avrà un’altra chance per dimostrare di valere le vagonate di milioni investite per lui.