Calciomercato Serie A Gennaio 2019: obiettivi, possibili acquisti e giocatori in vendita

Mentre il mondo intero ha accolto il 2019 con petardi e fuochi artificiali, la Serie A è pronta a far scoppiare i primi botti dell’anno solo a partire dal 3 Gennaio, giorno in cui verrà aperta la classica finestra di mercato invernale. 

Molti sono i nomi già trapelati in ambito giornalistico: quanti di questi si concretizzeranno e quanti, invece, rimarranno dei semplici sogni? Solo alle 21:00 del 31 Gennaio si saprà rispondere con certezza a tale domanda, anche se alcune voci di mercato ci suggeriscono che certi colpi  potranno a tutti gli effetti concretizzarsi sin dalle prossime ore. Qui sotto, troverete tutti i più importanti movimenti di mercato finora trapelati.

Atalanta: nonostante ad inizio anno mister Gasperini si fosse lamentato di un pessimo mercato in entrata, reo di avergli consegnato una squadra incompleta e piena di giovani inesperti, a distanza di qualche mese l’Atalanta si sta comportando più che bene; così tanto bene da non necessitare che di qualche puntellamento, soprattutto per quanto riguarda il mercato in uscita. Tutto sembra girare attorno al nome di Emiliano Rigoni, uscito dai radar di Gasperini: un suo ritorno in Russia, seppur improbabile, potrebbe sbloccare una slot per un nuovo nome in entrata. Potrebbero invece essere mandati in prestito tutti quegli altri giovani giocatori che (soprattutto dopo l’uscita della Dea dall’Europa League) faticano a trovare spazio: Pessina, Valzania, Bettella, Reca e Tumminiello.

Bologna: Inzaghi e soprattutto i tifosi chiedono rinforzi per risalire la china e ribaltare le sorti di una stagione non proprio positiva. I felsinei sognano Manolo Gabbiadini, che ormai fatica a trovare spazio al Suothampton dopo un esordio sprint nel 2017; un altro nome di punta potrebbe essere quello di Riccardo Montolivo, in scadenza di contratto con il Milan, la cui dirigenza ha ormai smesso di credere in lui. Dal Villareal potrebbe inoltre arrivare il ventisettenne Nicola Sansone, così come sembra ormai cosa fatta l’arrivo di Roberto Soriano dal Torino. In uscita il Bologna vorrebbe piazzare l’attaccante Mattia Destro, il cui stipendio (1,5 milioni) risulta però poco appetibile per gran parte delle squadre di medio-bassa classifica europee. Deludono anche i difensori Giancarlo Gonzalez e Nehuén Paz, che potrebbero essere ceduti, così come l’attaccante Diego Falcinelli, accostato all’Udinese. In bilico anche i profili di Donsah, Krejci e Nagy, per i quali però non sono ancora arrivate offerte. Si lavora, infine, per il rinnovo di Pulgar.

Cagliari: l’infortunio di Castro ha creato non pochi problemi a mister Maran, che avrebbe chiesto alla dirigenza cagliaritana di tentare l’affondo per il centrocampista Valter Birsa. Visite mediche già fatte, invece, per il difensore polacco Sebastian Walukiewicz (18 anni). In uscita il Cagliari si sta muovendo poco o nulla: Cigarini potrebbe partire (su di lui Parma e Chievo), mentre pare sfumata l’offerta del Napoli per Barella, che per il giovane centrocampista aveva offerto 25 milioni più i cartellini di Rog e Ounas.

Chievo: oltre all’offerta del Cagliari per Birsa, potrebbero partire anche Mattia Bani e Joel Obi. In entrata riecheggia il nome dell’ex Alberto Paloschi, offerto dalla Spal in un’operazione che prevedrebbe uno scambio con il polacco Mariusz Stepinski, che gode anche dell’attenzione di altre squadre, come la Fiorentina. Per il momento sembra che il ds Romairone non sia interessato allo scambio e che abbia rilanciato offrendo ai ferraresi il cartellino di Manuel Pucciarelli.

Empoli: la dirigenza è al lavoro per soddisfare le richieste di mister Iachini, subentrato al tecnico Andreazzoli. In attacco si tratta con Sassuolo e Sampdoria per l’arrivo di Matri e Kownacki, mentre in difesa il nome più gettonato pare essere quello dell’ex capitano dell’Inter Andrea Ranocchia. In uscita l’Empoli  non sembra essere intenzionato a fare alcuna mossa. Genoa e Sampdoria hanno presentato offerte rispettivamente per Krunic e Traorè, rispedite immediatamente al mittente. Attenzione invece al centrocampista Miha Zajc, che potrebbe essere ceduto dopo essere finito ai margini della rosa in seguito all’avvento di Iachini e del suo 3-5-2.

Fiorentina: le evidenti difficoltà della Viola in fase realizzativa rendono obbligatori un paio di acquisti mirati a rimpolpare il reparto d’attacco. Il nome di punta è quello del ventisettenne colombiano Luis Muriel, strappato alla concorrenza del Milan: il giocatore arriverà dal Siviglia tramite la formula del prestito oneroso (500.000 euro) con diritto di riscatto fissato a 13 milioni. Forte anche l’interesse per Manolo Gabbiadini, conteso anche dal Bologna, mentre vengono tenuti d’occhio Stepinski e Lapadula. In uscita si lavora per la cessione di Eysseric al Nizza, mentre si attendono offerte per il veterano Thereau e per l’ala classe ’99 Riccardo Sottil. Già ceduti, invece, Maxi Oliveira (in prestito alla squadra paraguaiana Olimpia Asuncion) e Gilberto (in prestito alla Fluminense fino a dicembre 2019). Potrebbe partire anche il portiere Dragowski (su di lui il club turco Kasimpasa): una sua cessione porterebbe la Fiorentina alla ricerca di un vice-Lafont, che potrebbe essere stato individuato nel profilo di Francesco Bardi, attualmente in forza al Frosinone.  

siviglia

Frosinone: la situazione critica del Frosinone ha portato il presidente Stirpe ad annunciare che ci saranno almeno tre acquisti, uno per reparto. In difesa sono forti i nomi di Diego Polenta (ventiseienne uruguaiano attualmente svincolato) e Ervin Zukanovic, in rottura con l’ambiente genoano. A centrocampo il mirino è spostato sul laziale Danilo Cataldi. Per quanto riguarda il mercato in uscita, il Frosinone ha in mente una sorta di repulisti generale: a partire potrebbero essere Halfreddson, Perica, Ardaiz e Vloet, finiti ai margini del progetto tecnico del nuovo allenatore Baroni. Da non escludere la cessione di uno fra Salamon, Molinaro e Capuano.

Genoa: Prandelli vuole giocare con la difesa a quattro e, per questo motivo, il Genoa pensa al terzino Antonio Barreca (attualmente al Monaco). In arrivo anche Andrea Bertolacci, vecchia conoscenza della tifoseria rossublu, che al Milan non è mai riuscito a fare il tanto agognato salto di qualità; come controparte potrebbe essere ceduto uno fra Sandro e Veloso. Occhi puntati anche sul portiere brasiliano Jandrei (attualmente alla Champecoense), che verrebbe a fare il vice-Radu. In uscita si lavora per la cessione di Marchetti, Lapadula, Medeiros e Zukanovic. Napoli e Milan pressano invece per l’ivoriano Kouamé, con il Genoa che però vorrebbe trattenerlo almeno fino a Giugno, così come per Piatek

Inter: avvinghiato dalle morse del Fair Play Finanziario, il club nerazzuro non sembra essere intenzionato a compiere alcun acquisto, a meno che prima non venga ceduto qualcuno. Per quanto riguarda il mercato in uscita si attende una proposta da parte del Flamengo per Gabigoal, con il quale il club brasiliano ha già trovato un accordo. In ottica futura sono state invece imbastite le prime trattative per il ritorno in estate del centrocampista Mateo Kovacic, che a Madrid non è mai riuscito ad entrare nel cuore dei suoi nuovi tifosi. Tiepide, se non totalmente fredde, le piste che portano a Luka Modric e Sergej Milinkovic-Savic.

Juventus: i bianconeri non hanno particolare necessità di agire sul mercato in entrata. L’unico colpo di Gennaio potrebbe essere a tutti gli effetti l’acquisto del difensore e terzino Todibo, reso necessario dall’infortunio di Cuadrado. Il suo arrivo potrebbe sbloccare Spinazzola, che a quel punto sarebbe libero di raggiungere la corte del presidente Ferrero in quel di Genova, sponda blucerchiata. La dirigenza bianconera si muove invece in ottica futura: in estate potrebbero arrivare grandi nomi, come De Ligt e soprattutto Isco e Ramsey. Per quanto riguarda il mercato in uscita, la Juve sembrerebbe essere intenzionata a trattenere il centrale difensivo Medhi Benatia, che recentemente aveva fatto trasparire un po’ di mal di pancia. Possibile partente è invece il giovane attaccante Kean: Allegri vorrebbe trattenerlo, ma su di lui ci sono il Bologna (che lo chiede in prestito) e l’Ajax (che invece vorrebbe acquistare il suo cartellino).

Lazio: in entrata si cerca un esterno ed i nomi più caldi sono quelli di Giulio Donati (Mainz) e Diego Laxalt (Milan); meno quotato il nome di Djavan Anderson, che verrebbe fatto rientrare dal prestito che attualmente lo lega alla Salernitana. Attenzione anche all’egiziano Mahmoud Ibrahim Hassan (meglio noto come Trezeguet), che rispetto agli altri tre rappresenterebbe un’alternativa certamente più di tipo offensivo. In uscita si lavora per la cessione di Basta (per lui contratto in scadenza a Giugno) e Caceres. Attenzione anche a Murgia e Cataldi, con quest’ultimo che potrebbe rimanere in terra laziale, vestendo però la casacca del Frosinone.

Milan: Paquetà si unirà ai suoi compagni in questi giorni. Il Milan nel frattempo lavora per ampliare le alternative offensive a disposizione di mister Gattuso. Sfumato Muriel, sembra che la dirigenza rossonera stia sondando il campo per De Paul, la cui pista rimane comunque molto difficile da percorrere. Pare destinato  sfumare anche il sogno Fabregas: il Monaco è in vantaggio sui rossoneri e già si parla di un contratto per lui fino al 2022. Il possibile arrivo di un nuovo esterno aprirebbe la strada per la cessione di Fabio Borini: su di lui lo Shenzhen, che offre 10 milioni. Probabili partenti anche Riccardo Montolivo (in scadenza di contratto, conteso fra Genoa e Bologna) e Bertolacci (al suo posto arriverebbe uno fra Veloso e Sandro). 

Napoli: come confermato anche da Ancelotti, il Napoli con molta probabilità non acquisterà nessuno o, quantomeno, nessun nome di spicco. In uscita si lavora invece per la cessione di Marko Rog e Amadou Diawara, con il primo che è stato proposto come contropartita al Cagliari per Barella, ma che interessa molto anche al Parma. In caso di cessione di un centrocampista, si aprirebbe la strada per l’acquisto del talento classe 2000 Augustin Almendra, attualmente in forze al Boca Junior.

Parma: l’infortunio di Grassi obbliga la dirigenza a cercare un suo sostituto. In cima alla lista spunta il nome del croato Marko Rog, che il napoli valuta però attorno ai 14 milioni di euro. In alternativa, il Parma potrebbe propendere per un acquisto sicuramente più low cost, ovvero quello del ghanese Raman Chibsah, attualmente al Frosinone. In difesa si lavora per l’approdo di Caceres (che piace anche al Sassuolo) tramite la formula del prestito con diritto di riscatto. In attacco si pensa ad un nome fra Matri del Sassuolo ed il giovane Edera del Torino. In uscita si lavora alla cessione di Baraye (su di lui l’Ascoli) e Calaiò (che piace a Padova e Monza). Deiola potrebbe partire in direzione Lecce, ma serve l’ok del Cagliari, a cui appartiene il cartellino. Sempre con il Lecce si lavora per la cessione di Ceravolo, conteso anche da Salernitana, Cremonese e Brescia. Da tenere d’occhio anche la situazione di Amato Ciciretti, in prestito dal Napoli, che non sembra aver convinto il tecnico D’Aversa.

Roma: i giallorossi sono in cerca di un centrocampista. Il ritorno di Nainggolan è al momento impossibile e non rientra assolutamente nelle priorità del ds Monchi, che dopo aver visto sfumare l’ipotesi Sanogo (acquistato dall’Al Ittihad) si sta concentrando sul profilo del giovane Julian Weigl, attualmente in forze al Borussia Dortmund, il quale lo valuta 22 milioni di euro. Monchi, per questioni di bilancio, vorrebbe però portare il centrocampista nella capitale attraverso un prestito oneroso di 18 mesi, che potrebbe non gradire alla dirigenza tedesca. Se dovesse partire Schick (su di lui Sampdoria e Bologna) potrebbe arrivare anche Batshuayi. Al momento la trattativa rimane in stallo a causa delle ultime, ottime, prestazioni di Schick in maglia giallorossa, che sembrano aver innescato ripensamenti nella dirigenza. Partenti quasi sicuri invece sono Karsdorp (si parla di prestito al Feyenoord) e Coric. Dal Siviglia arriva invece un’offerta per Marcano, richiesto dal tecnico Machin per la sua difesa a tre.

Sampdoria: sfumato il sogno Muriel (acquistato dalla Fiorentina) e raffreddatasi la pista Schick, la Samp sembra dirigersi verso l’ipotesi Gabbiadini, il cui ritorno è però insidiato dalla concorrenza spietata di Bologna e Fiorentina. Tentativo fallito anche per Traorè dell’Empoli, attualmente corteggiato anche dal Chelsea. Difficoltosa anche la trattativa per portare Spinazzola in veste blucerchiata: la Juventus potrebbe non voler cedere il venticinquenne folignate a causa del recente infortunio di Cuadrado. In uscita potrebbe partire Kownacki, corteggiato da mezza Serie A (in primis Empoli, Spal, Bologna e Chievo). Probabile anche l’addio di Jankto, che sorprendentemente non è mai riuscito a trovare spazio nell’undici titolare sampdoriano, nonostante all’Udinese avesse attirato su di sè molte attenzioni. 

spinazzola

Sassuolo: l’ad Carnevali ha recentemente affermato che i neroverdi non si sarebbero mossi nel mercato in entrata. Nelle ultime ore, però, pare essere trapelato l’interesse degli emiliani per il difensore Martin Caceres, che andrebbe a rimpolpare il reparto arretrato. Nella lista dei possibili partenti, invece, spicca il nome di Alessandro Matri (su di lui è forte l’Empoli, ma anche il Parma); in prestito potrebbero partire anche Trotta, Lemos e Dell’Orco.

Spal: nonostante le ottime prestazioni di Gomis, la Spal si è assicurata anche le prestazioni di Viviano, che arriverà in prestito secco dallo Sporting Lisbona (rifiutate le offerte della Fiorentina). Si tenta lo scambio Paloschi-Stepinski con il Chievo, che però avrebbe rilanciato con il nome di Manuel Pucciarelli. Forti le pressioni sul fronte Lazzari: la Spal chiede almeno 20 milioni di euro. Su di lui Roma e Napoli, col Torino in secondo piano che offrirebbe come contropartite gli esterni Parigini ed Edera ed il centrale di difesa Lyanco. Lazzari dovrebbe comunque rimanere, con la sua cessione rimandata probabilmente in estate. In uscita anche Vanja Milinkovic-Savic (tornerà al Torino per fine prestito) e Viviani (su di lui la Fiorentina).

Torino: come riferito dal presidente Urbano Cairo, il Torino non necessita di particolari inserimenti. Per questo motivo la dirigenza resterà solerte in attesa di qualche occasione, senza però pressare troppo la mano. Attualmente gli unici due nomi che fanno gola ai granata sono infatti quelli del trequartista Lucas Piazon (in uscita dal Chelsea) e del difensore croato Luka Bogdan, attualmente al Livorno. In uscita Soriano (direzione Bologna), con altri giocatori che invece potrebbero essere mandati in prestito a farsi le ossa: Edera, Lyanco, Bremer e Parigini. Attenzione anche a Brenguer: su di lui Osasuna, Betis Siviglia e Athletic Bilbao. Il Toro sembra però poco intenzionato a cederlo a Gennaio.

Udinese: la dirigenza pare sia intenzionata a rinforzare la squadra, specialmente per quanto riguarda il parco attaccanti. Al momento non sono state avviate però trattative. In uscita attenzione a Scuffet: essendo diventato Musso il portiere titolare, potrebbero avviarsi le trattative per il trasferimento del portiere friulano alla Cremonese. Smentite invece le voci riguardanti una possibile cessione di De Paul all’Inter.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus