Calciomercato Napoli: Ounas contropartita tecnica per arrivare a Berardi o Verdi

Poco utilizzato in campo, ma molto utile come pedina di scambio del prossimo calciomercato: questo il futuro che sembra toccare ad Adam Ounas. 

Arrivato in azzurro per più di 10 milioni, in molti credevano potesse essere lui la carta in più di questo Napoli, ma numeri alla mano non è stato cosi. Per l’esterno francese, soltanto 7 presenze su 22 match disputati, per un totale di 91 minuti in campo. Statistiche che sanno di bocciatura, ma non solo. Infatti, qualche giorno fa, lo stesso Maurizio Sarri ci è andato molto duro sull’ex Bordeaux.“Ounas ha fatto una decina di partite due anni fa a buon livello. L’anno scorso non ha fatto neanche tanto bene, non possiamo pensare risolva le partite di questa dimensione. È un anarchico, se c’è da difendere vengono fuori i suoi limiti”. 

Ecco allora che nasce l’idea da parte di Giuntoli e dello staff operativo del mercato azzurro di poter utilizzare il calciatore come pedina di scambio. Due sono i giocatori che interessano al Napoli: Domenico Berardi e Simone Verdi. Sul primo, però, forte interesse anche da parte della Roma di Eusebio Di Francesco, suo ex tecnico al Sassuolo. Il talento del Bologna, già seguito dagli azzurri durante lo scorso mercato, invece, nutre di un forte interessamento anche da parte dell’Inter. Due trattative, quindi, di certo non facili, ma nelle quali il Napoli potrà provare a dire la sua avvalendosi di un jolly classe ’96. E chissà che questa non possa essere l’arma in più per portare a Sarri l’esterno, di tanta esperienza del nostro campionato, tanto cercato.

 

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi