Calciomercato Milan: riscatto e prestito al Torino per Pellegri

Il Milan pensa al riscatto e al prestito di Pietro Pellegri, attualmente al Monaco. I rossoneri vorrebbero puntare ad un prestito con una cifra più bassa da quella proposta dai francese. Intanto, il Torino punta sul giocatore classe 2001.

Continua a muoversi costantemente il calciomercato del Milan. Dopo il reparto difensivo che andrà rinforzato, i rossoneri pensano anche all’attacco. Per il reparto offensivo, la squadra di Milanello vuole ripartire dai giovani che da tempo costituiscono una base importante per il club. Infatti, il nome che sta circolando nelle ultime ore è quello di Pietro Pellegri. L’attaccante è arrivato nel capoluogo lombardo lo scorso agosto.

Per lui solamente sei presenze con la maglia del Diavolo. Il Milan lo ha preso in prestito dal Monaco per una cifra che si aggira intorno ai 7 milioni. L’obbiettivo di Maldini e Massara è quello di agire al ribasso in modo da poter limare la cifre. Pellegri, inoltre, potrebbe rientrare in un’operazione che potrebbe coinvolgere anche un’altra squadra di Serie A: il Torino.

Torino, Pellegri per il dopo Zaza

Proprio i granata avrebbero messo gli occhi sul gioiellino della Nazionale Under-21. Per questo motivo che il Toro potrebbe lavorare in cooperazione con il Milan che, dopo il riscatto, lo manderebbe nella squadra di Ivan Juric. Piccolo particolare potrebbe essere il fatto che il padre del giocatore, Marco, è proprio il team Manager del club di proprietà di Urbano Cairo.

Il Torino ci pensa sul serio all’attaccante ma potrebbe sceglierlo solo in caso di partenza di Zaza, su cui c’è il Genoa, che continua ad essere impiegato sempre più poco. Inoltre, il Toro dovrà anche risolvere una questione molto importante, quale il rinnovo di Belotti. Neanche l’attaccante della Nazionale italiana è sicuro di restare e per questo motivo che Pellegri potrebbe essere il giusto nome per il rimpiazzo.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione