Calciomercato Milan: Ljajic possibile sostituto di Honda, che andrà in MLS

Potrebbe cambiare nuovamente maglia il serbo Adem Ljajic, arrivato quest’estate a Torino, sponda granata, con enormi aspettative e tra l’entusiasmo della tifoseria.

Tuttavia le cose per l’esterno offensivo classe ’91 , non sono andate sempre bene e in particolare nelle ultime settimane, anche l’affiatamento iniziale con il tecnico Sinisa Mihajlovic sembra essersi assopito.

Secondo Calciomercato.it dovrebbe esserci sempre l’Italia nel suo futuro, con il Milan particolarmente agguerrito per accaparrarsi il talento, forse mai del tutto espresso, del serbo.

L’arrivo sembrerebbe caldeggiato soprattutto dall’allenatore Vincenzo Montella, con il quale Ljajic ha giocato, probabilmente, la migliore stagione della carriera, arrivando a fine anno in doppia cifra ed essendo punto centrale di riferimento nel reparto offensivo della “Viola”.

Il suo nome era  sul taccuino degli interessati, già a gennaio, quando a lasciare Milano era stato Niang e prima che arrivassero alla corte rossonera Ocampos e Deulofeu. Soprattutto l’acquisto o meno di quest’ultimo, monitorato dal Barça che ha il diritto di riscattarlo dall’Everton, potrebbe condizionare il futuro di Adem Ljajic.

L’impressione è che, a meno di un ottimo finale di stagione con il Torino, il venticinquenne serbo possa nuovamente essere protagonista di diverse trattative di mercato nella prossima estate.

Oltre al Milan, infatti, sognerebbe un suo ritorno la Fiorentina, ancora innamorata delle sue doti tecniche, oppure sarebbe gradito a Napoli dove, da un paio di anni, gli esterni d’attacco riescono sempre a dare il meglio di sé.

Sul fronte partenze in casa rossonera, è ormai certo l’addio di Keisuke Honda, destinato a trovare spazio negli Stati Uniti. Sulle sue tracce si era mosso già il Seattle che però, come riporta la Gazzetta dello Sport, sembra aver cambiato idea in queste ultime ore.

Il Milan però non intende rinnovargli il contratto, così Honda, uscito dai piani della società e in scadenza a giugno,  sarà costretto a trovarsi una nuova collocazione.