Calciomercato Milan: la Roma è interessata a Suso, Castillejo e Borini

Il Milan ha messo sul mercato Castillejo, che piace a Valencia, Villareal e Siviglia, Borini, sul quale ci sono squadre cinesi, il Bordeaux e il Crystal Palace, e attende un’offerta ufficiale per Suso, pari alla clausola di rescissione da 40 milioni di euro, tutti giocatori che piacciono molto alla Roma, alla ricerca di un esterno che possa sostituire El Shaarawy, ceduto allo Shanghai Shenhua 

Il Milan inizia oggi la sua stagione con il raduno ufficiale a Milanello. Sarà la prima giornata di Marco Giampaolo, ma potrebbe essere anche il primo degli ultimi giorni di alcuni giocatori messi sul mercato, sia per il bilancio, sia perché non facenti più parte del progetto tecnico-tattico del nuovo allenatore.

Prima di tutto, c’è la situazione legata a Gigio Donnarumma, che partirà solo di fronte ad offerte cash tra i 50 e i 60 milioni di euro, per il quale si sta parlando con il PSG, ma anche valutando con Mino Raiola la possibilità di rinnovare il contratto in scadenza nel 2021 fino al 2024 con ingaggio da 6 milioni di euro spalmato in un quinquennale da 4 milioni di euro netti a stagione, più bonus, magari con l’inserimento di una clausola di rescissione. 

In secondo luogo, il Milan sta cercando acquirenti per Diego Laxalt, come ammesso dallo stesso agente, che piace in Italia a Torino, Fiorentina e Atalanta e in Europa a Newcastle e Zenit San Pietroburgo, ma la richiesta di partenza è 15 milioni di euro, forse per accettare anche qualcosa in meno, per poi valutare solo durante il ritiro se puntare su Ivan Strinic o Ricardo Rodriguez. 

Infine, la situazione più spinosa è in attacco. Infatti, nelle ultime ore ci sarebbe stato un dietrofront nei confronti di Patrick Cutrone, per il quale si valutano offerte non inferiori ai 25 milioni di euro, che però potrebbe restare qualora si riuscissero a piazzare tre giocatori tra Suso, Andrè Silva, Samu Castillejo e Fabio Borini. 

Per quanto riguarda il portoghese, nelle intenzioni del Milan ci sarebbe la volontà di recuperarlo e provarlo titolare al fianco di Kris Piatek, mentre lo spagnolo può partire, ma solo di fronte al pagamento della clausola di rescissione da 40 milioni di euro, senza dimenticare che Giampaolo vorrebbe prima provarlo come trequartista o seconda punta e solo dopo avallare definitivamente il suo addio.

Più che altro, il problema è che finora non sono arrivate offerte per Suso, diversamente da quanto accaduto per Samu Castillejo, fuori dai piani di Giampaolo e difficilmente adattabile nel nuovo 4-3-1-2, che potrebbe tornare in Spagna, visto che l’agente ha presentato le offerte di Villareal, Valencia e Siviglia, tutte squadre che però vorrebbero imbastire l’operazione sulla base di un prestito con diritto di riscatto. 

Per il momento, il Milan vuole cederlo a titolo definitivo per non meno di 20 milioni di euro o con un prestito oneroso con obbligo di riscatto, ma molto dipenderà anche dal tuttofare italiano, che ha ricevuto offerte dalla Cina, per il momento accantonate, e può tornare in Inghilterra, dove piace al Crystal Palace, ma viene valutato dai rossoneri intorno ai 10-15 milioni di euro. 

Nelle ultime ore, però, la novità è il possibile coinvolgimento della Roma, che da due anni sembra interessata a Suso e, dopo l’addio di Stephen El Shaarawy, potrebbe finalmente farsi avanti con un’offerta ufficiale, ma il Milan non lo cederà per meno dei 38-40 milioni di euro della clausola di rescissione.

Ma l’aspetto più interessante è, invece, l’interesse della Roma anche per Castillejo e Borini. In realtà, lo spagnolo viene considerato solo una delle ultime opzioni praticabili, mentre l’attaccante italiano ha lasciato un bel ricordo a Trigoria e piace molto per la sua duttilità, la sua disponibilità e anche i costi del cartellino, sicuramente non eccessivi. 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia