Calciomercato, continua la lotta per Schick fra Inter e Roma

Roma e Inter saranno avversarie sul campo il 26 agosto, nell’anticipo serale della 2°giornata di Serie A, ma nel frattempo si sfidano già da giorni per Patrick Schick, talento ceco della Sampdoria, protagonista della strana storia di calciomercato che l’aveva portato alla Juve a fine giugno, per poi ritornare al mittente subito dopo.

 

La Sampdoria ha detto sì alla Roma nelle ultime ore, l’offerta presentata da Monchi per Schick è stata accettata dal club blucerchiato, e adesso la palla è passata al giocatore, e ai suoi agenti. Sul piatto la Roma ha messo sul piatto 6 milioni di euro per il prestito, da pagare subito, e altri 32 milioni da pagare nei prossimi anni in diverse rate. Una somma totale che andrebbe a superare anche i milioni che la Juventus stava spendendo per portare Schick alla Juventus.

La volontà del calciatore non è ancora venuta a galla (non del tutto almeno), però, la Sampdoria vuole cedere Schick ai giallorossi, ma gli agenti non sono d’accordo e preferirebbero le altre opzioni. Il ceco aveva ormai metabolizzato il rifiuto della Juve, ed era pronto ad approdare all’Inter, così adesso l’obiettivo di Monchi è quello di mettere d’accordo tutti: a una settimana dal gong del mercato estivo ogni giorno può risultare decisivo in un senso o nell’altro. A Trigoria si respira un maggiore ottimismo, e ieri è anche sceso in campo per la prima volta da dirigente Francesco Totti, con un sms (o forse una telefonata) per convincere il giocatore. L’Inter intanto è vigile, e non vuole mollare la presa, ieri sera a Milano infatti Sabatini ed Ausilio hanno avuto un incontro con i procuratori di Schick; i nerazzurri offrono a Schick un ingaggio di 2,5 milioni a stagione contro i 2 dei giallorossi.

L’affare Schick è ancora lontano dal diventare più chiaro, con due squadre vigili e pronte a darsi battaglia… sul campo, e sul mercato.