Calciomercato Lazio: arriva Vecino

Altro acquisto per la Lazio di Sarri, che si regala Vecino a parametro zero completando così il reparto di centrocampo dopo aver acquistato Casale, Gila e Romagnoli in difesa, Maximiano a porta, Marcos Antonio e Cancellieri in attacco

All in al buio. Sembra una giocata di poker quella della Lazio, che ha messo tutte le proprie fiches sul calciomercato per accontentare Maurizio Sarri e completare una rosa già forte, ma non competitiva per lottare fino alla fine per il quarto posto in classifica, che significa tornare in Champions League dopo due anni di assenza.

Sono andati via in tanti, ma ci saranno altre cessioni per Igli Tare, che si è mosso con grande decisione per rinforzare la difesa con gli acquisti di Luis Maximiano a porta dal Granada per 10 milioni, Nicolò Casale dall’Hellas Verona per 7 milioni di euro, dal quale è arrivato anche il giovane Matteo Cancellieri in prestito con diritto di riscatto, Mario Gila dal Real Madrid per 6 milioni di euro e, dulcis in fundo, il tifosissimo Alessio Romagnoli da svincolato, fresco campione d’Italia con il Milan.

Non solo, visto che Sarri ha potuto sostituire Lucas Leiva, tornato in patria, con il promettente Marcos Antonio dallo Shakhtar Donetsk per 7,5 milioni di euro, una cifra davvero importante.

Ma non è finita, visto che il centrocampo aveva bisogno di un altro innesto, un’altra mezz’ala di inserimento, un po’ come Toma Basic, che però non ha convinto tantissimo.

E’ sempre stato un pallino di Sarri, che lo avrebbe voluto anche al Napoli. Si tratta di Matias Vecino, che arriverà a parametro zero dopo la scadenza naturale del proprio contratto con l’Inter, non rinnovato.

Il centrocampista uruguayano svolgerà nelle prossime ore le visite mediche, superate le quali firmerà un contratto della durata di tre anni, fino al 2025, da 2 milioni di euro netti a stagione, più 500 mila euro di bonus.

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia