Calciomercato Juventus: PSG su Matuidi. Cancelo e Dybala piacciono al Tottenham. Fiorentina, Arsenal e Valencia interessate a Khedira

La Juventus sta cercando di piazzare diversi giocatori in esubero per poter proseguire la propria campagna acquisti.

Ci sono diversi nomi sul taccuino di grandi club europei. Uno di questi è sicuramente Blaise Matuidi, il centrocampista francese arrivato in Italia il 18 agosto 2017 per 20 milioni di euro, ha sicuramente tra le sue doti di maggior spicco la fase d’interdizione e di recupero, unita ad un’ottima corsa per tutto il campo. Per queste sue caratteristiche diverse squadre hanno intenzione di prenderlo, ma quella che sembra più di ogni altro vicina a lui è nuovamente il Psg

Appena due anni lontano da casa e il calciatore sente nostalgia, unito al fatto che Maurizio Sarri non lo considera centrale nel nuovo progetto bianconero. Sette stagioni nella capitale francese che non si è dimenticato tanto in fretta.

Altri due giocatori, invece, avrebbero ricevuto sirene inglesi. Si tratta di Dybala e Cancelo, entrambi sotto stretta osservazione del Tottenham. Gli Spurs sarebbero pronti a fare follie per l’attaccante argentino, mettendo sul piatto un’offerta pari ad 80 milioni di sterline, quasi 90 al cambio con l’euro. Tra una settimana è previsto comunque il rientro della Joya a Torino e solo allora si potrà capire quali saranno le intenzioni del mister Sarri sul suo ruolo all’interno della squadra.

Per quanto riguarda Cancelo, invece, Paratici nei prossimi giorni dovrebbe volare a Londra per definire uno scambio tra il terzino ed Eriksen il trequartista della formazione di Pochettino. I valori sarebbero quasi alla pari visto che il portoghese è valutato 55-60 milioni di euro, mentre il danese costa 80 milioni. Certo sarebbe un buon acquisto da parte della Juventus, che si accaparrerebbero uno dei prospetti migliori a livello europeo. 

Infine, un altro esubero in casa bianconera sarebbe quello di Khedira. Il centrocampista tedesco avrebbe ricevuto le attenzioni di Arsenal, Valencia, ma anche di un club italiano come la Fiorentina. Certo, però, il problema numero uno per la dirigenza viola è rappresentato dall’ingaggio non certo comodo. 

 

 

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega