Calciomercato Juventus: Aouar erede di Pjanic?

La Juventus è sempre interessata alla stella del Lione Houssem Aouar per sostituire Pjanic a centrocampo. Il presidente del Lione Jean-Michel Aulas ha già aperto alla sua cessione qualche mese fa.

Con Pjanic che è sempre più sul piede di partenza, la Juventus si sta guardando intorno alla ricerca dell’erede del bosniaco. La trattativa più calda sembra essere quella con il Barcellona per uno scambio alla pari con Arthur, ma il brasiliano non è l’unico giocatore che interessa ai bianconeri.

Uno dei nomi presenti nella lista di Paratici è quello di Houssem Aouar, centrocampista classe 1998 e talento del Lione. Il giocatore algerino naturalizzato francese è una delle stelle della squadra francese ed anche in Champions League proprio contro la Juventus ha mostrato le proprie qualità.

Il presidente del Lione Jean-Michel Aulas ha già aperto nei mesi scorsi alla cessione di Aouar ed anche secondo il quotidiano L’Equipe il giocatore lascerà la Francia in estate. Il Lione non si opporrà alla partenza di Aouar, ma il club transalpino si aspetta di intascare una somma abbastanza cospicua per la propria stella.

Secondo quanto riportato dall’Equipe, il Lione non ascolterà offerte al di sotto dei 50 milioni di euro, nonostante l’emergenza Coronavirus. Per cui, se la Juventus è interessata davvero al giocatore, dovrà portare sul tavolo del Lione un’offerta molto allettante.

Su Aouar non c’è solo la Juventus, con il giocatore che piace molto a Manchester City e Paris Saint-Germain. A Febbraio, Aulas affermò come vedesse benissimo Aouar alla Juventus e chissà che questo non possa essere un piccolo vantaggio per i bianconeri nella corsa al centrocampista.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei