Calciomercato Inter: possibile scambio Keita-Candreva

Inter su Keita, proposto Candreva al Monaco”, questa la clamorosa indiscrezione lanciata da diverse emittenti televisive e quotidiani nella giornata di ieri, che ad oggi continua ad avere sempre più conferme. Operazione slegata dalla trattativa per Modric. 

Non solo Modric, nella mente di Ausilio l’obbiettivo è quello di riuscire a chiudere nel più breve tempo possibile anche la trattativa per l’esterno offensivo tanto richiesto da Luciano Spalletti. Sfumato Malcom, l’Inter ha concentrato tutte le sue forze su Keita, intavolando una trattativa sottobanco con il Monaco e gli agenti del calciatore già da diverse settimane. La proposta dei nerazzurri, che prevede uno scambio alla pari con Candreva, soddisfa la dirigenza francese ma non l’esterno italiano, voglioso di giocarsi le sue carte a Milano.

No problem per l’Inter che, a prescindere dalla volontà dell’ex Lazio, continua ad intavolare una trattativa a sé con il Monaco. L’offerta dei nerazzurri per assicurarsi le prestazioni dell’esterno senegalese è di 30 milioni complessivi tra prestito e diritto di riscatto. La situazione è in continua evoluzione e sia da una parte che dall’altra sembrerebbe esserci fiducia nella buonuscita della trattativa. Non a caso la dirigenza del Monaco nelle ultime ore si sarebbe rimessa in contatto con gli agenti di Candreva per provare a convincere il calciatore illustrando il progetto tecnico della società. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi