Calciomercato Inter Gennaio 2021: obiettivi per gli acquisti e possibili cessioni

Questa prima parte di stagione, che ha chiuso l’anno 2020, ci ha regalato un’Inter in chiaroscuro: nuovamente competitiva in campionato, dove sembra ormai pronta a rivincere lo Scudetto, la squadra di Conte ha arrancato in Europa, subendo addirittura lo “smacco” dell’eliminazione dalle coppe.

Messa alle spalle la delusione continentale, è ora tempo di pensare al mercato invernale. Difficile che si vedano grossi stravolgimenti: primo perché l’AD Beppe Marotta ha operato nel mercato di riparazione solo qualora vi fosse la stretta necessità. Secondo, perché l’Inter appare squadra completa nell’organico che, tra le altre cose, dovrà muoversi solo su due fronti.

Vi sono più che altro alcune situazioni spinose da definire. Prima fra tutte quella di Christian Eriksen, definito “poco funzionale al progetto” dallo stesso Marotta, e destinato dunque a partire nella sessione invernale.

Eriksen

Calciomercato Inter: cedere Eriksen per arrivare a De Paul

L’idea della dirigenza nerazzurra è chiara: cedere gli elementi in esubero per poi andare a puntellare lì dove serva, ma con giocatori che si coniughino bene al credo calcistico contiano.

Tra questi vi è De Paul, mezzala polivalente nel 3-5-2 disegnato da Gotti all’Udinese. Già l’attitudine al modulo gioca a ssuo favore, tutti questi anni trascorsi in Italia, dove ha messo a segno 28 gol e un buon gruzzoletto di presenze, fanno il resto.

De Paul è giocatore duttile, che può agire da interno nel 3-5-2 di contiana fattura, ma anche essere spostato sulla trequarti in un ipotetico 3-4-1-2. Giocatore di quantità e qualità, l’Inter lo stima da tempo e già nelle scorse estati ha tentato diverse volte l’approccio coi friulani.

L’affare potrebbe andare in porto durante il mese di gennaio. L’Inter è a ridosso del primo posto in classifica, mentre l’Udinese si è impantanata in una posizione di centroclassifica e appare incapace di lottare per un posto in Europa. La “beneamata” potrebbe rappresentare un’occasione da ora o mai più per De Paul, che sta tentando di far compiere il salto di qualità definitivo alla propria carriera.

Perché la trattativa possa avere seguito, però, i nerazzurri hanno bisogno di cedere Eriksen, che da uomo deputato a dare classe ed esperienza a tutta la squadra, si è trasformato col tempo in un ingombrante problema.

Il danese viene utilizzato poco e la separazione appare l’unica via percorribile attualmente. L’unico problema sta nel cercare un acquirente disposto a far rientrare l’Inter dall’investimento di 27 milioni fatto pochi mesi or sono.

Da Parigi arrivano notizie confortanti in tal senso: Pochettino ha preso il posto di Tuchel sulla panchina del PSG. Proprio lui, che di Eriksen aveva fatto il fulcro del gioco ai tempi del Tottenham. Il danese potrebbe finire in cima alla lista dei regali da presentare allo sceicco Al Khelaifi, per la gioia di Conte e del diretto interessato, che ritroverebbe forse spazio per giocare.

Dalla suggestione “Papu” Gomez alla ricerca di una punta

Sempre guardando al mercato interno, suscita un certo interesse la notizia della rottura di Gomez con l’ambiente bergamasco. Il “Papu” ha avuto degli screzi con Gasperini, la cui causa non è stata ancora chiarita.

Fatto sta che il capitano atalantino sia rimasto fuori dalla lista dei convocati nelle gare contro Roma e Bologna ed ora ha chiesto la cessione alla società. L’Inter fiuta l’occasione, ritenendolo forse il giocatore ideale per sostituire proprio il partente Eriksen, vista la sua attitudine a giocare nel 3-4-1-2 dietro le punte.

L’unica incognita è legata all’età: parliamo di un classe ’86 per il quale l’Atalanta chiede almeno dieci milioni e che ne percepisce tre di ingaggio. D’altro canto, Gomez avrebbe voglia di trasferirsi a Milano. Non solo per le ambizioni del club, ma anche per la possibilità di rimanere vicino alla famiglia che continuerà a vivere a Bergamo.

Si tratta più di un’ipotesi concreta che potrebbe subire un’accelerata già nei prossimi giorni, quando Atalanta ed Inter potrebbero sedersi a trattare allo stesso tavolo.

Restano poi altri due tasselli da completare: una punta di scortam con Pinamonti destinato a partire in prestito, e un’alternativa in più sulle fasce. Il profilo del nuovo attaccante dovrebbe possedere le seguenti caratteristiche: prezzo modico, usato sicuro e, magari, conoscenza del campionato italiano.

Tutti ingredienti che racchiude in sé Leonardo Pavoletti, tornato a prendere confidenza col calcio giocato dopo tanti mesi di stop causa infortunio. Il classe ’89 può arrivare a Milano nell’ambito di uno scambio che dovrebbe coinvolgere anche Radja Nainggolan, ai margini del progetto nerazzurro e desideroso di tornare ad esprimersi nella squadra che lo aveva lanciato otto anni fa.

Sul fronte esterni, invece, potrebbe essere lasciato andar via Perisic, che ha tanti estimatori in Bundesliga, per provare a prendere in prestito Emerson Palmieri. Il brasiliano ha vissuto una prima parte di stagione complicata al Chelsea, chiuso dalla concorrenza del giovane Chilwell, e potrebbe ritrovare in Conte, suo mentore anche ai tempi della Nazionale, l’uomo che possa iniettargli la giusta dose di fiducia per tornare sui suoi livelli usuali.

Queste sono alcune delle mosse di mercato che potrebbero interessare i nerazzurri, che comunque godono di un organico competitivo e completo in più punti. Le trattative ufficiali devono ancora avere inizio, ma presto potremmo assistere a qualcosa di più concreto.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus