Calciomercato Inter, Ausilio: “Sì Tonali, no Werner. Possibile conferma per Sanchez e Nainggolan”

Intervistato da Sky, Piero Ausilio si è lasciato andare ad un’intervista a 360° gradi. Analizzando punto per punto la situazione in casa Inter e il calciomercato che verrà.

Situazione cessioni in prestito: “Per quanto riguarda i prestiti abbiamo delle idee abbastanza chiare. Per Perisic abbiamo un gentlemen’s agreement con il Bayern Monaco, per il quale la trattativa tra di noi proseguirà nonostante siano scaduti i tempi”.  

“Su Icardi la situazione è più semplice, l’opzione per il rinnovo scadrà domenica, con Leonardo ci sentiamo e l’obbiettivo da ambe le parti e concludere il prima possibile. L’Inter ha disponibilità a trovare la soluzione migliore, ma non di scendere troppo dalla cifra prestabilita di 70 milioni”. 

“Di Nainggolan non abbiamo ancora parlato in società. Le cose cambiano anno per anno, il calciatore tornerà da noi e da lì faremo le dovute valutazioni. Ad oggi è presto. L’unica cosa che posso affermare con certezza è che ha ancora due anni di contratto con noi”.

Situazione simile per quel che concerne i calciatori arrivati in prestito : “Con tutti i calciatori in scadenza con noi c’è volontà di arrivare fino a fine stagione. Ad oggi l’unica cosa che posso ufficializzare è l’esercizio dell’opzione di riscatto per Young. Più avanti, poi, parleremo con le altre squadre interessate”. 

“Puntiamo molto su Sanchez, un calciatore che prima di farsi male ha fatto benissimo con noi. Purtroppo dopo l’infortunio il tempo che ha avuto a disposizione è stato pochissimo, ora uno come lui ha la possibilità di dimostrare il suo valore. Sia noi che il ragazzo abbiamo volontà di concludere al meglio la stagione e poi valuteremo la situazione inerente al suo futuro”. 

Su Lautaro Martinez-Barcellona: “Su Lautaro sono stato chiaro. L’unico modo per allontanarlo dall’Inter è pagare la clausola, che ha tempistiche e modalità ben precise da rispettare. Nella sua testa c’è solo il proseguo della stagione con noi”. 

L’Inter d’impronta italiana e l’obbiettivo Tonali: “Stiamo attenti all’anima italiana in squadra. Pensiamo che investire sui calciatori del nostro paese sia una giusta strategia. Tonali è un calciatore che ci interessa molto, ha le qualità per giocare nell’inter sotto ogni aspetto. Il problema è che non so se ha le qualità economiche per l’Inter. Cellino chiede molto”.

Obbiettivi Werner e Cunha: “Timo è un giocatore che a noi è sempre piaciuto, che seguiamo da sempre. Purtroppo però è un giocatore che non arriverà all’Inter. Conosco le dinamiche, ho già parlato con i suoi agenti e vi dico ciò in tutta franchezza”. 

Cunha lo conosciamo, è un calciatore di alto livello, che seguiremo sicuramente. Proprio oggi ho ricevuto un messaggio dal suo procuratore.” 

Parametri 0 e parco centrocampisti-attaccanti: “L’Inter ha sempre dimostrato di essere una squadra attenta al mercato dei parametri 0. Cavani è un opportunità, ma non abbiamo provato ancora nessun affondo su di lui per il semplice fatto che il nostro parco attaccanti è completo. Vi ripeto che tra questi c’è anche Sanchez, calciatore sul quale puntiamo e che non è fuori da nessuna gerarchia come dicono in tanti”. 

“Su Esposito ci sono degli aspetti da valutare, ne parleremo con il ragazzo, con la famiglia e sono sicuro che prenderemo la decisione più giusta che lui, che sia per un proseguo con noi o un prestito”. 

Mertens è un calciatore con il quale un contatto c’è stato, anche molto recentemente. Sono però felice che il calciatore sia riuscito a restare a Napoli, visto che dal primo giorno mi è stato detto dal suo Entourage che la permanenza sarebbe stata la sua priorità. Anche in questo caso non ho capito tutta questa fomentazione mediatica”. 

“All’Inter interessa e non poco Vagiannidis. Abbiamo già parlato con la sua famiglia, con i suoi agenti e avvisato il Panathinaikos della trattativa nonostante a fine stagione diventerà un parametro 0. Se dovesse arrivare lo metteremo a disposizione di Conte, il quale poi successivamente valuterà il percorso migliore per il ragazzo”. 

“Parlare di interesse dell’Inter per Vidal è una falsità. Il nostro parco centrocampisti è completo e ci soddisfa. In più Eriksen ancora non ha potuto dare il meglio di sé. È normale avere delle prime difficoltà, non ho mai visto un calciatore che appena arrivato in Italia abbia dimostrato il suo valore sin da subito. Due esempi su tutti Platini e Zidane.” 

Strategie, pensieri e ambizioni societarie: “Siamo molto soddisfatti di quanto fatto in questa stagione. Pensare ad un’Inter competitiva sin da subito non era cosa in programma, che è accaduta e come. L’anno prossimo e col proseguo dell’attuale campionato sono sicuro che sarà ancora meglio. C’è grande sintonia con il tecnico, uno dei migliori al mondo”.

“Mi aspettavo che Suning potesse portare l’Inter così tanto in alto dal punto di vista della crescita economica e di squadra. Sin da subito hanno chiesto una struttura di lavoro ben chiara. Ad oggi stiamo raccogliendo i primi frutti, ma l’obbiettivo è proseguire su questa strada.” 

Mercato futuro e botti: “Il mercato sui giovani è quello più complicato in assoluto, i prezzi di partenza sono già molto alti, anche più di quanto dimostrato dai calciatori. Spendere grosse cifre in questo mercato senza troppe certezze non è nelle nostre corde. Eccezion fatta per Lautaro, i 20 milioni spesi per lui già sapevamo fossero garanzia di qualità massima”. 

“Credo che la diminuzione dei prezzi, causa pandemia, arriverà più avanti. Finora, nei primi sondaggi da noi fatti, i costi sono rimasti invariati o addirittura alterati. Il calciomercato che verrà sarà instabile, fatto di molta attesa. I fuochi d’artificio si faranno a settembre, non prima”. 

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi