Cagliari-Milan 2-1, voti e pagelle: addio Bacca, esordio brillante per Crosta, super Joao Pedro, bene Ocampos

Il Milan perde a Cagliari con una prestazione molto negativa, dove l’unico a salvarsi è Ocampos, mentre tutti bene nei sardi, dove brillano Crosta all’esordio e Joao Pedro 

Dopo aver conquistato il sesto posto in classifica, il Milan va in vacanza in anticipo, come dimostra la sconfitta allo Stadio Sant’Elia contro il Cagliari nella 38° giornata di Serie A, 19° turno del girone di ritorno, nell’ultima partita del club sardo nello storico impianto, dove hanno giocato tantissimi grandi campioni. 

La squadra di Vincenzo Montella è apparsa senza stimoli nel primo tempo, dove non aveva idee nella costruzione di gioco e, soprattutto, dove ha commesso fin troppi errori in difesa, a causa dei quali è arrivata la sconfitta. Sicuramente è stata la fine dell’avventura rossonera per tanti giocatori, ma l’anno prossimo la rosa deve cambiare atteggiamento per puntare davvero al quarto posto. 

Si chiude nel miglior modo possibile il campionato degli uomini di Massimo Rastelli, che hanno vissuto una stagione sicuramente all’altezza dei propri obiettivi, conquistando la salvezza con larghissimo anticipo e dimostrando che, se solo ci fosse stata maggiore competitività e equilibrio nel corso della stagione, forse avrebbero potuto togliersi anche altre soddisfazioni contro le big. 

TABELLINO

Cagliari-Milan 2-1 (primo tempo 1-0)

Marcatori: 17′ Joao Pedro, 72′ Lapadula (rig.) (M), 93′ Pisacane

Cagliari (4-3-2-1): Crosta; Padoin, Pisacane, Tachtsidis, Murru (33′ Miangue); Ionita, Deiola (80′ Biancu), Faragò; Joao Pedro, Farias; Borriello (70′ Han). All. Rastelli

Milan (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Paletta, Gomez, Vangioni (46′ Lapadula); Kucka, Locatelli, Mati Fernandez; Suso (30′ Ocampos), Bacca (76′ Zapata), Honda. All. Montella

Arbitro: Abisso di Palermo

Ammoniti: 41′ Joao Pedro (C), 60′ Deiola (C), 65′ Gomez (M), 68′ Paletta (M), 78′ Padoin (C)

Espulso: 75′ Paletta (M)

MIGLIORI

Crosta 7: Esordio meraviglioso da parte del giovane portiere classe ’98, che para un rigore ed è attento alle conclusioni degli avversari, risultando assolutamente decisivo ai fini del risultato. Unico errore, il fallo commesso sul secondo rigore, ma per il resto davvero un talento sul quale puntare per il futuro. 

Joao Pedro 7,5: E’ l’uomo in più con i suoi movimenti, sbloccando il risultato, ma soprattutto con la sua qualità. Più volte spacca in due la difesa avversaria e a centrocampo è assolutamente perfetto nella doppia fase. 

Ocampos 6,5: Entra in campo con l’atteggiamento giusto ed è bravo a saltare spesso l’uomo. Peccato, però, che gli manca sempre qualcosina nell’ultima giocata. Tornerà in terra francese, ma continuerà a crescere. 

PEGGIORI

Bacca 5: In realtà, non gioca affatto male, risultando pericoloso e vivo nel corso della partita, ma il rigore sbagliato pesa un macigno sulla prestazione dell’ultima partita in rossonero. Addio agrodolce per un attaccante che ha dato sicuramente meno di quanto ci si aspettava all’inizio. 

Honda 5,5: Altro addio, quello del giapponese, che viene confermato dopo il grande gol nella scorsa partita. Peccato, però, che dopo un buon primo tempo, proprio quando cresce il resto della squadra, lui si eclissa e non riesce più ad incidere. 

Paletta 4,5: Nel primo tempo la difesa è un colabrodo e le colpe sono soprattutto sue. Nel secondo tempo, poi, nel miglior momento dei rossoneri, si fa espellere per l’ennesima volta. L’anno prossima sarà solo un panchinaro. 

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia