Bodo/Glimt-Roma 6-1, Mourinho: “Colpa mia, ma i norvegesi hanno più qualità della formazione che ho schierato”

Il tecnico portoghese ha commentato in conferenza stampa la sconfitta in Conference League.

Ci sono serate difficili da spiegare e quella della Roma in casa dei campioni di Norvegia del Bodo/Glimt è esattamente una di queste.

La sfida di Conference League aveva l’unico scopo di mettere un punto (quasi) esclamativo ad un agevole passaggio del turno da prima del girone e invece si è trasformata nel più grande incubo della storia giallorossa.

Il freddo di Bodo ha bruciato gli animi dei tifosi giallorossi costretti a vedere i propri beniamini soccombere con un perentorio 6-1 contro una squadra che per tecnica e storia non può essere paragonabile alla Roma.

Josè Mourinho subisce, dunque, la sconfitta più rotonda della sua carriera da allenatore e in conferenza stampa si prende tutte le colpe di una sconfitta senza precedenti. Nonostante ciò, le colpe del quale si addossa lo Special One sono per aver messo una formazione totalmente diversa facendo capire che questa squadra non può fare turnover.

Bisognava dare una chance a gente che lavora tanto, ma che gioca poco eppure questa partita è servita al portoghese per capire che la formazione messa in campo questa sera è inferiore a livello tecnico al Bodo/Glimt.

Il portoghese fa intendere che, fosse per lui, giocherebbero sempre i titolari ma è una cosa infattibile visti i tanti impegni.

Mourinho si incolpa del fatto di aver preso un grande rischio nel cambiare un numero così importante di titolare ma, dice amaramente, almeno così anche la stampa smetterà di chiedere perché alcuni giocatori hanno uno scarso minutaggio.

Una sconfitta così lascia ferite importanti, ma Mourinho ha già parlato con i ragazzi, con grande onestà. Nella rosa dei capitolini ormai è ovvio per il mister portoghese che esistono 12-13 giocatori che sono una cosa (e che possono reggere il confronto con squadre meglio attrezzate) e altri che non hanno lo stesso livello e non possono tenere questi ritmi.

Il mea culpa di Mourinho, dunque, è direttamente proporzionale al fatto che la rosa è incompleta e che le riserve non riescono a dare le certezze sperate, nonostante la figuraccia della serata di Bodo sia colpa di tutti.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€