Bodo/Glimt-Roma 2-1, Mourinho: “Non si può giocare in un campo di plastica. Al ritorno spero di avere arbitri competenti”

Il tecnico giallorosso ha parlato in conferenza stampa dopo la sconfitta contro il Bodo.

Calciomercato Roma: piace Lenglet del Barcellona.

5 mesi dopo, è ancora maledizione Bodo/Glimt per la Roma che viene sconfitta nella gara d’andata dei quarti di finale di Conference League per 2-1.

Servirà una grande Roma e almeno due gol di scarto per passare il turno e conquistare la semifinale, ma di certo bisogna capire il perché del secondo tempo norvegese, assolutamente non sufficiente.

Josè Mourinho, in conferenza stampa, non fa drammi dicendo che è ancora convinto di vincere e andare in semifinale, ma incolpa sicuramente il campo da gioco del Bodo (terreno sintetico) chiamandolo “campo di plastica”.

Un campo del genere, secondo lo Special One, non è da competizione europea e l’infortunio di Mancini potrebbe essere un esempio. L’infortunio del difensore centrale giallorosso preoccupa leggermente l’allenatore che vuole capirne l’entità.

Nonostante ciò, la voglia di passare il turno sembra rimasta intatta e il portoghese si appella alla sfida della fase a gironi sperando che la competizione possa dare un arbitro all’altezza nel match dello Stadio Olimpico.

Nel confronto dei gironi (finito 2-2) Mou si era molto lamentato dell’arbitraggio con due rigori mancati e la speranza è che non succeda nel prossimo match.

Il risultato di 2-1 permette ai giallorossi di stare ancora aggrappati al match e Mourinho si appella allo Stadio Olimpico e ai propri tifosi che daranno una spinta importante in vista del match di ritorno.

Ancora nessuna novità su Zaniolo e sul suo recupero, mentre su Pellegrini, che ha siglato il suo dodicesimo gol, ci sono vari elogi ma anche un emblematico “deve fare di più” che attesta quanto l’allenatore abbia fiducia nelle giocate del suo capitano.