Australian Open risultati 27-01-2020: Nadal batte Kyrgios, Medvedev out con Wawrinka

Rafa batte in 4 set l’ultimo australiano rimasto in gara, Nick Kyrgios, ai quarti sfiderà Thiem nella rivincita della finale del Roland Garros 2019.

Rafael Nadal vince, ma per lunghi tratti non convince, il suo ottavo di finale. La partita con Kyrgios ricorda per il punteggio (identico) il loro ultimo match di Wimbledon, ma la qualità media è più bassa. Nick, proprio come Federer ieri, nel primo set  sembra ancora imballato dalle fatiche del turno precedente. Anche mentalmente fatica ad entrare nel match, cede il servizio già nel secondo turno, e non riuscirà più a recuperarlo. Il primo set termina 6-3 e sembra tutto in discesa per il numero 1 del mondo. Nadal però, come raramente gli capita, non approfitta delle difficoltà dell’ avversario e invece di ammazzare la partita la riapre. Ad inizio secondo set lo spagnolo commette una serie di errori gratuiti che mandano Nick in fiducia, l’ aussie rientra in partita, brekka Nadal con uno splendido passante lungolinea di dritto, e mette il conto dei set in parità. A questo punto, l’inerzia sembra essere passata dalla parte di Kyrgios, nel terzo set si seguono i servizi, poche chance per i giocatori in risposta, se non ne finale. Nadal si trova ripetutamente a 2 punti dal set, prima sul 5-4 e poi sul 6-5 in suo favore. Ma Rafa commette ancora qualche errore di troppo, soprattutto col diritto, il servizio di Kyrgios fa il resto, e si arriva al tie-break. Il long-game il festival del famoso “braccino” tennistico, i due giocatori in campo sbagliano di tutto e di più, Kyrgios manda Nadal a servire per il set con un doppio fallo, ma Rafa restituisce commettendone uno a sua volta. Poi un buon Nadal e un errore ancora dell’australiano permettono al 19 volte campione Slam di andare ancora avanti di un set. Nel quarto set. All’alba del quarto set Nadal sembra molto più tranquillo, si è liberato delle paure e il braccio è molto più sciolto, ora fioccano vincenti dalla parte di campo presieduta da un Kyrgios un po’ sfiduciato. Rafa va subito avanti di un break, sembra in totale controllo, arriva a servire per il match sul 5-4, ma ancora una volta commette degli errori inspiegabili. Un doppio fallo, un rovescio in rete, un dritto lungo, Kyrgios ringrazia e allunga il match. Si arriva ancora una volta al tie-break, situazione sempre più frequente negli H2H Nadal-Kyrgios. Qui Nadal torna a un ottimo livello, gioca senza paura ottimi colpi profondi. Kyrgios ci mette il cuore, per lui una buonissima partita, considerando anche le fatiche del match precendente, ma non può nulla. Vince ancora Nadal.

Dominic Thiem giunge per la prima volta in carriera ai quarti di finale agli Australian Open, e lo fa battendo il trentatreenne francese Monfils. Tanta la differenza di valori in campo oggi, la palla austriaca pesa decisamente di più rispetto a quella francese. Thiem, dimostra ancora di trovarsi bene con le condizioni soleggiate tipiche del pomeriggio australiano, molto caldo e palla che salta in alto favorendo il suo Kick con la prima palla di servizio. 6-2 6-4 6-4, in una partita senza troppa storia, e Dominc vola verso Nadal per un quarto di finale scoppiettante.

Wawrinka torna grande in Australia, batte Medvedev al quinto set.

Bestia nera quinto set, per Danill Medvedev, che ne ha giocato sei in carriera e non ne è mai uscito vincitore. Molto più esperto e efficace in questo campo Wawrinka, campione qui nel 2014, che ne approfitta, e raggiunge i quarti Slam per la prima volta dal Roland Garros 2017. Andamento altalenante del match, con Wawrinka che entra subito ben centrato nel match, spinge forte e non permette al russo di tessere la sua solita tela di angoli precisi. 6-2 netto nel primo set. Nel successivo parziale Medvedev trova le misure al suo avversario, cresce di rendimento e alza il muro in difesa. Lo svizzero va spesso fuori giri e commette tanti non forzati. Medvedev rimette le cose a posto infliggendo a sua volta un 6-2 e seguendo entusiasmo e grandi servizi vince anche il set successivo per 6-4. La partita pare quasi chiusa in favore del giovane russo, neo numero 4 del mondo, ma Wawrinka non ci sta, trascina il quarto set al tie-break e lo domina 7-2. Nel quinto set Medvedev conferma la sua scarsa efficacia, quando il match si allunga troppo, perde concentrazione e punti facili, Wawrinka non si lascia sfuggire l’occasione e chiude 6-2.

Uno Zverev oggi davvero convincente ferma la striscia vincente di Rublev. Il tedesco sembra davvero in forma in questi Australian Open, come difficilmente si era visto negli Slam in carriera. Rublev era un avversario tosto, ancora imbattuto nel 2020, già trionfatore in due tornei minori a inizio anno. Zverev però conferma il suo gran momento, non si inceppa mai al servizio, non concede palle break, e come era successo nei loro precedenti, domina l’avversario. Triplo 6-4 e Alex approda ai quarti di finale, affronterà Wawrinka.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Triplo Bonus di Benvenuto fino a 115€

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Jacopo Romeo

Informazioni sull'autore
Studente presso l'Università Statale di Milano. Appassionato di scrittura e letture sopratutto sportive. Seguo il Calcio, Tennis e i Motori.
Tutti i post di Jacopo Romeo