Atalanta-Roma 4-1, le pagelle: Bentornato Josip Ilicic! Smalling disastroso ma dov’è il vero Pedro?

Sconfitta clamorosa per gli uomini di Fonseca che soccombono per 4-1 ad una Atalanta che ha condotto un secondo tempo inarrestabile. Gasperini fa l’ennesima magia, Fonseca sbaglia ancora in un big match.

Disfatta bruciante per gli uomini di Fonseca che, avanti 1-0 dopo i primi 45 minuti, vengono ribaltati da una straripante Atalanta che chiude con il passivo finale di 4-1.

Come contro il Napoli, la Roma evidenzia problemi assai gravi nel gestire la partita (cosa che si era intravista anche contro la Juventus) ed oggi ha pagato le conseguenze di un secondo tempo molle e disfattista.

Gasp inserisce Ilicic al posto di uno spento Pessina e la partita, da quel momento, cambia facendoci rivivere le giocate che lo Sloveno forniva abitualmente nella scorsa stagione.

Nonostante i problemi con Gomez e la sua mancata convocazione, che ha lo stesso significato di un’imminente addio, questo è il capolavoro di Gasperini che riesce ancora a tenere alta la concentrazione e le motivazioni dei suoi, regalandosi 3 punti preziosissimi contro una rivale europea.

Le Pagelle dell’Atalanta

Gollini 6,5: Graziato dal palo sul tiro di Spinazzola dopo soli 8 minuti, eppure è la colonna che tiene in piedi l’Atalanta in un primo tempo pieno di sofferenza e si gode la rimonta che porta anche la sua firma. Merita la Nazionale

Tolói 5,5: Dopo 3 minuti Mkhitaryan lo scherza sulla fascia destra e gli da modo di imbeccare Dzeko. Non la sua migliore partita ma cresce leggermente nel secondo tempo.

Romero 5: Stende il tappeto rosso a Dzeko che ha il tempo di stoppare il pallone, girarsi e tirare mentre lui è chiaramente fuori posizione, esce senza avere modo di rimediare(dal 46′ Palomino 6: Entra in campo in una situazione difficile ed esce vincitore nella maggior parte dei duelli fisici. La Roma nel secondo tempo si spegne ma lui non perde concentrazione.

Djimsiti 6,5: L’unico del terzetto difensivo a dominare per 90 minuti. Dalle sue parti nessun fantasista giallorosso, specie Pedro, riesce a praticare nella maniera migliore possibile e tiene in piedi i bergamaschi fino al cambio ritmo.

Hateboer 6: Primo tempo non ad alti livelli per l’esterno olandese che, però, si rifà con gli interessi diventando una spina nel fianco nei secondi 45 minuti. Merita la sufficienza.

de Roon 5,5: Uno come lui può fare meglio. Nel primo tempo Veretout lo usa come birillo da raggirare, ma nel secondo tempo, come tutta la squadra, sale di intensità e fa valere il fisico. Qualitativamente non la sua miglior partita

Freuler 6,5: Completa la settimana d’oro sfoggiando una prestazione autorevole. Dove De Roon non arriva, ci pensa lo Svizzero a metterci una pezza. In crescita

Gosens 7: Gioca a memoria e, nonostante ciò, nessuno sa ancora come marcarlo. Il 2-1 è uno dei classici inserimenti “alla Gosens” che sembra non essere in nessun raggio d’azione per poi comparire come un fulmine alle spalle di tutti e trafiggere il portiere. Esterno moderno. (dal 89’ Mojica SV)

Pessina 5,5: Nel primo tempo non ispira ed è poco nel gioco complessivo dei bergamaschi. Sfortunatamente per lui la sua partita dura un tempo, per fortuna dell’Atalanta il sostituto di oggi era Ilicic. (dal 46’ Ilicic 8: Bentornato Josip. Entra in campo ed ha un tempo per ribaltare sia la partita, sia la sua opaca stagione iniziata con mille problemi fisici e personali. Quando si diverte è una gioia anche per gli spettatori neutrali vederlo in campo e oggi ha ricordato l’Ilicic dello scorso campionato. Non ci sono parole per descrivere il gol che chiude la partita. Robe da Ilicic.

Malinovskyi 5,5: Può e deve fare meglio. Nel primo tempo ha varie occasioni per timbrare il cartellino ma sciupa. Sembrava nervoso. (dal 81’ Miranchuk SV)

Zapata 6,5: In ombra per gran parte della partita ha il merito di riaccendere le speranze bergamasche con un gol da attaccante puro. Decisivo, ma deve stare attento che la sua “riserva” non gioca affatto male…  (dal 72′ Muriel 7: … e infatti gli basta pochissimo per entrare in campo e segnare il gol che chiude la partita, con gentile connessione di Veretout. Qualità infinita per un ragazzo spesso discontinuo, eppure, ad oggi, difficile trovare un miglior numero 12 in Italia.

Gasperini 8: Giochi contro una Roma in grande forma mentre sei ai ferri corti con il giocatore più rappresentativo della squadra. L’indomani della partita decidi addirittura di prendere posizione non convocandolo e mettendolo, di fatto, in vendita. Il primo tempo si conclude con l’Atalanta sotto e tutti pronti a farti il processo e nonostante tutto vinci. 4-1 senza repliche, oggi il capolavoro l’ha fatto Gasp.

Le pagelle della Roma

Mirante 5,5: La sicurezza tanto cercata dai tifosi giallorossi dopo aver visto l’erroraccio di Pau Lopez contro il Torino, non è pervenuta nella partita di stasera. Un po timido in alcune circostanze ma alla fine, sul voto, pesano i 4 gol subiti.

Mancini 5,5: Positivo nel primo tempo poi sfido chiunque a dire di essersi accorto della sua presenza nei secondi 45 minuti. Impotente davanti allo strapotere bergamasco.

Smalling 4,5: Oggi anche il granitico muro di Smalling è crollato nel peggiore dei modi. Vede Zapata spaccare la porta, vede Gosens inserirsi da solo, vede Ilicic mandare al bar lui e i suoi compagni. Oggi è una di quelle classiche partite che in cui l’inglese ha ricordato i tempi in cui militava nel Manchester United.

Ibañez 6: Il meno colpevole della difesa della Roma che fa caporetto nel peggior secondo tempo dell’anno.

Karsdorp 5: Inizia in maniera ispirata poi si perde e viene sconfitto in tutti i duelli fisici e tecnici in entrambi i reparti. Forse è vero che è ancora indietro nella preparazione fisica, ma oggi non è stato l’unico problema di una partita disastrosa.

Veretout 5: Partita sostanzialmente da 6, specie nel primo tempo in cui mostra i soliti strappi e i soliti break intelligenti. Poi nel secondo tempo diventa una partita da 4 con errori a destra e a manca e una gentile concessione all’ex compagno dei tempi Viola, Luis Muriel. Altruista per gli altri. (dal 81’ Villar 6: Non può farci nulla, la Roma si era già arresa)

Pellegrini 5,5: Un paio di passi indietro rispetto alle ultime uscite. Poco presente in entrambe le fasi, Freuler è nettamente più in forma e più ispirato. Non è che Fonseca debba riconsiderare la sua posizione? (dal 81’ Carles Perez 5: Non dà mai l’impressione di cambiare il volto di questa squadra. E il discorso non è legato solo a questa partita)

Spinazzola 6: Primo tempo di grande livello per un giocatore sempre in crescita. Nel secondo tempo le sortite offensive diventano di minor intensità, eppure sarebbe stato meglio lasciarlo in campo. (dal 66′ Bruno Peres 5: Col senno di poi non è stata una grande scelta metterlo in campo. Troppi errori)

Pedro 5: Cercasi il vero Pedro. Anche oggi il fantasista spagnolo è lontano parente del giocatore che ci aveva deliziato ad inizio stagione e non solo. Poco ispirato con la palla tra i piedi e quasi sempre fermato dagli ottimi Djimsiti e compagni. ( dal 73′ Cristante 6: Senza infamia e senza lode, il danno era già stato fatto)

Mkhitaryan 6,5: Ispira dopo 3 minuti il gol di Dzeko con un’ottima azione dalla sinistra, ubriacando Toloi. Prova in tutti i modi ad alzare l’intensità della sua Roma ma anche lui nel secondo tempo deve arrendersi.

Džeko 6,5: Gol opportunistico che dimostra la capacità del bosniaco di coprire l’area di rigore. Peccato non serva a nulla.

Fonseca 5: Secondo big match di fila sbagliato. Come contro il Napoli, i suoi uomini subiscono 4 gol e evidenziano nuovamente un’eccessiva timidezza nei momenti che contano. Un peccato perché la sua Roma oggi sembrava poter fare bene nel primo tempo ma poi, durante il secondo tempo, si è sciolta come neve al sole. Prova a cambiare inserendo Bruno Peres e Carles Perez: forse era meglio non farlo, ma questo è un discorso facile se fatto col senno di poi.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus