Atalanta-Inter 2-3, dichiarazioni post-partita Simone Inzaghi

Termina 2-3 per l’Inter la gara contro l’Atalanta valida per quindicesima giornata del campionato di Serie A. Per gli uomini di Simone Inzaghi decisive le reti di Dzeko (doppietta) e l’autogol di Palomino, il quale si è poi fatto perdonare gol che ha quantomeno accorciato le distanze nel finale per i suoi. 

Sulla partita: “Giocare a Bergamo è ormai da anni una cosa a dir poco complicata. L’approccio non è stato buono e lo svantaggio meritato. Brava però la squadra a rimettere in sesto la gara e prendersi una meritata vittoria”.

Obiettivi: “Il campionato è ancora lungo. Lo scorso anno in questo periodo della stagione avevamo 4 punti in più ed eravamo solamente a -2 dal Napoli. La vera differenza rispetto alla scorsa stagione la stanno facendo i partenopei, impeccabili fin qui”. 

Gol di Palomino: “Subire da angolo il 2-3 che ha riaperto la gara non è una cosa da Inter. Dobbiamo stare più attenti nelle marcature, lavoreremo tanto su questo nei prossimi giorni”. 

Simone Inzaghi, 46 anni, allenatore dell’Inter. Fonte foto: Facebook, profilo ufficiale Inter

La sosta: “In questo periodo avremo delle assenze legate ai convocati al Mondiale, ma quantomeno dovrebbe esserci modo di recuperare Lukaku, Darmian e D’Ambrosio per gennaio. Periodo in cui oltre al Napoli andremo ad affrontare un calendario sulla carta più alla portata”.

Dzeko: “Edin sa quanto lo stimo. Appena seppi dell’addio di Lukaku feci il suo nome per averlo qui all’Inter. Fosse per me gli farei contratto a vita, ma la società sa bene come muoversi e cosa fare”. 

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi