Lazio in lutto: morto Diaconale

Il giornalista Arturo Diaconale è morto. Abruzzese di nascita, romano d’adozione, negli ultimi anni (a partire dal 2016) era portavoce ufficiale della Lazio.

La notizia è guinta questa mattina ed è stata diffusa in tutti i principali organi d’informazione. Il giornalista romano è morto nella sua casa a Roma, dove negli ultimi anni stava combattendo un male incurabile.

Arturo Diaconale
Arturo Diaconale. Fonte immagine: Facebook Diaconale

Le sue condizioni negli ultimi tempi si erano aggravate vistosamente. Infatti in un suo messaggio scritto circa un mese fa ha fatto sapere ai tifosi biancocelesti delle sue difficoltà a presenziare al seguito della Lazio.

I funerali saranno celebrati nella giornata di domani, alle 14, nella chiesa di San Pio X in piazza della Balduina.

Non ha mancato la sua vicinanza il presidente biancoceleste Claudio Lotito. Queste sono le sue parole pubblicate dal numero uno laziale:

“Caro Arturo, ci hai, mi hai lasciato…Per lunghi anni ci siamo frequentati, prima come semplici amici, che si incontrano, e come tutti gli amici si parlava di tutto ciò che ci accomunava; poi come collaboratore prezioso che ho fortemente voluto nella famiglia Lazio, di cui tu sei sempre stato un grande sostenitore. E subito hai iniziato a portare idee, proporre progetti, a condividere la tua esperienza con tutto il settore della comunicazione… Caro Arturo, mi parrà impossibile non vedere il tuo incedere elegante, composto, da signore d’altri tempi, per i viali di Formello…La tua voce, il tuo modo di esporre le idee, il modo pacato e sempre aperto, gentile. Arturo, pur lottando con tutte le tue forze, con dignità ed in silenzio, hai continuato a telefonare, a chiedere, ad interessarti di come andavano le cose. Esempio per molti”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega