Argentina-Italia 2-0, voti e pagelle: Di Maria fa la differenza, male Jorginho e Insigne

Ecco i voti e le pagelle della sfida amichevole tra gli Azzurri e la nazionale argentina.

Si torna a parlare d’Italia dopo quel maledetto 13 novembre che vide gli azzurri mancare clamorosamente la qualificazione ai mondiali. Ieri sera all’Eithad di Manchester, è partito un nuovo ciclo con Luigi Di Biagio nuovo timoniere, anche se è ancora troppo presto dare dei giudizi, quello si è ancora evidenziato è la pochezza del nostro livello tecnico e della personalità nonostante l’inserimento di qualche giovane interessante che sicuramente sarà il fulcro di questa Nazionale.

Ieri sera non c’era di fronte l’avversario ideale che potesse farci iniziare una nuova svolta, infatti l’Argentina è stata nettamente superiore nonostante le assenze di due campioni come Messi e Aguero. Gli azzurri nel primo tempo partono bene, creando anche importanti occasioni da rete che non sono poi state sfruttate al meglio dagli attaccanti di Di Biagio, nella ripresa l’Argentina sale in cattedra con Di Maria, il quale fa partire dai suoi piedi i maggiori pericola per la difesa italiana, che puoi non può far nulla sulle reti di Banega e Lanzini, nate entrambe da due errori commessi in fase di impostazione.

VOTI E PAGELLE

I MIGLIORI

Di Maria 7- Tra gli argentini è lui a far la differenza, quando sale in cattedra aumenta la pericolosità della formazione di Sampaoli che fino a prima si è limitata a giocare di palleggio. 

Lanzini 7- Firma la rete del definitivo 2-0, dopo una prestazione maiuscola in cui ha fatto vedere qualità tecniche importanti.

Buffon 6,5- La sua convocazione in azzurro aveva suscitato tante polemiche, considerando che bisognava riaprire un nuovo ciclo ripartendo dai giovani, ma il quarantenne portierone della Juventus si è dimostrato il migliore nell’undici di Di Biagio, rendendosi protagonista di alcuni interventi che hanno evitato un passivo maggiore.

I PEGGIORI

Jorginho 5- L’italo-brasiliano fa continui errori a centrocampo, fino a consentire all’Argentina di andare in vantaggio, perdendo un pallone prezioso in fase d’impostazione.

Insigne 5-  L’attaccante napoletano sbaglia sullo 0-0 un goal incredibile  a pochi metri dalla porta di Caballero, che incide nell’economia del risultato a favore degli avversari.

Verratti 5,5- Partita altalenante del centrocampista abruzzese, ma da lui ci si aspetta molto di più, invece non riesce a fare la differenza in mezzo al campo.