Vuelta a Espana 2021, Storer concede il bis. Roglic perde la maglia rossa

Decima frazione della Vuelta a Espana 2021, la Roquetas de Mar-Rincòn de la Victoria: vince l’australiano Michael Storer, al secondo successo di tappa. Roglic perde la maglia rossa in favore del norvegese Eiking.

Ancora una volta Michael Storer: l’australiano della DSM ha vinto la sua seconda tappa di questa Vuelta a Espana 2021, dopo il successo sul Balcòn de Alicante. Corsa prevalentemente pianeggiante, la Roquetas de Mar-Rincòn de la Victoria in terra andalusa, si sarebbe decisa sullo strappo del Puerto de Almachar, salita di seconda categoria lunga 11 chilometri al 5% di pendenza.

Lì lo scalatore australiano ha fatto la differenza, staccando la fuga con un’azione alla quale hanno saputo rispondere solo il francese Champoussin e un gruppetto di contrattaccanti. Tra questi, oltre al sempre brillante Elissonde, il norvegese Christian Eiking, della Intermarché, che arrivando a quasi dodici minuti dal gruppo maglia rossa si è preso il simbolo del primato.

Glielo cede infatti Primoz Roglic, che pure nel finale si è reso protagonista di uno scatto nel tentativo di non perdere troppo terreno dalla maglia rossa e, nel contempo, staccare i rivali più accreditati per la classifica generale. All’azione dello sloveno non riusciranno infatti a rispondere i vari Bernal ed Yates, che lasceranno entrambi sul piatto una quarantina di secondi. Tra gli italiani, buona la prova di Fabio Aru, che arriva a pochi secondi dal gruppo Roglic. Si rivede Bagioli, in fuga al pari di Trentin, anche se i due non sono riusciti a tenere le ruote dei migliori dopo l’attacco di Storer. Scende in classifica generale Giulio Ciccone, il meglio piazzato tra gli azzurri alla vigilia. L’abruzzese è ora undicesimo, con 6 minuti e 10 di ritardo dal leader.

Roglic, nonostante cada nella discesa finale approcciata forse in modo troppo audace, riesce in tal modo a limitare i danni. Ora è terzo in classifica generale, a 2′ e 17” nei confronti di un Eiking che comunque non dovrebbe rappresentare un grosso pericolo. Il capitano della Jumbo Visma ha dimostrato ancora una volta, grazie alla sua fiammata improvvisa, di avere un altro ritmo nelle gambe rispetto agli avversari. Domani tappa in linea più corta di questa Vuelta, la Antequera-Valdepenas de Jaèn, tappa con finale simile a quello odierno, sebbene con pendenze più dure, che potrebbe ancora una volta premiare un’azione di qualche “finisseur”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€