Video gol-highlights Lazio-Udinese 1-3: sintesi 29-11-2020

Video gol-highlights Lazio-Udinese: vincono i friulani 1-3 con le reti di Arslan, Pussetto, Forestieri e Immobile.

Cade la Lazio, sconfitta in casa per 3-1 dall’Udinese. I ragazzi di Simone Inzaghi pagano un approccio troppo morbido alla gara, a fronte di un avversario che si dimostra subito brillante nella circolazione palla e uccide la gara nel momento di maggior sofferenza, durante il secondo tempo.

Ottime le prove di Pereyra e De Paul, giocatori che alzano il livello qualitativo della squadra bianconera e riescono ad offrire soluzioni ed imprevedibilità in attacco, facendo saltare gli schemi della retroguardia avversaria.

La sconfitta lascia i biancocelesti al centro della classifica e rimanda il tentativo di aggancio alla zona Champions. L’Udinese, dal canto suo, compie un bel balzo in avanti e naviga ora in acque più tranquille della graduatoria.

Lazio-Udinese: la sintesi della partita

Buon approccio alla gara dell’Udinese, che dimostra subito un’ottima qualità nella circolazione di palla e si muove bene tra le linee. La squadra friulana imposta a tre partendo da dietro e si affida alle giocate di Pereyra e De Paul, che svariano su tutto il fronte offensivo per non dare punti di riferimento.

La Lazio, da par suo, prova inizialmente ad aprire la difesa avversaria attraverso lanci lunghi e tagli verso gli esterni. Luis Alberto ha una prima fiammata quando serve Correa in verticale superando tutta la retroguardia bianconera. Il tentativo del “Tucu” argentino viene bloccato da Musso con il piede.

Il regista spagnolo, poi, si eclissa dal match, e il gioco della Lazio ne risente in velocità. Immobile e Correa restano troppo isolati in avanti e l’Udinese riesce facilmente a contenerne le movenze grazie alla prestanza fisica dei suoi centrali.

Dopo una ventina di minuti la supremazia territoriale dell’Udinese si materializza nel gol di Arslan: Pereyra salta netto Patric sulla destra e scarica un pallone dietro per l’accorrente tedsesco che fulmina Strakosha con un destro “sporcato” da Acerbi.

La Lazio dovrebbe allora aumentare il ritmo del proprio gioco, ma non vi riesce, incapace di trovare spazi nella granitica difesa friulana e di velocizzare la tessitura della propria manovra.

I pericoli reali, per l’Udinese, cominciano allora ad arrivare dalle fasce quando Lazzari e Radu riescono a mettere dei cross importanti in mezzo, impegnando Musso in uscita e Nuyntick nell’anticipo.

Troppo poco, comunque, per impensierire un’Udinese ben disposta in campo e attenta a livello difensivo. La stessa attenzione che alla Lazio manca in occasione del secondo gol, arrivato sul finire di tempo, dopo una ripartenza mortifera.

Pussetto ruba un pallone a centrocampo e va in percussione verso l’area di rigore, per poi scaricare su De Paul. La retroguardia della Lazio è malposizionata e, nel tentativo di seguire “Don Rodrigo”, si dimentica dello stesso Pussetto che si inserisce troppo facilmente in area e batte Strakosha nell’uno contro uno.

Nel secondo tempo Inzaghi prova a cambiare qualcosa con gli ingressi di Leiva e Akprà Akprò per Cataldi e Parolo, mentre Marusic sostituisce uno spento Fares.

L’approccio delle “aquile” alla seconda frazione è molto aggressivo: circolazione di palla più veloce grazie a Leiva e Udinese costretta a schiacciarsi nella propria trequarti.

Proprio Lucas Leiva, servito da Correa, riesce a concludere pericolosamente verso la porta di Strakosha. La conclusione finisce di un pelo fuori.

L’Udinese è impossibilitata a giocare dal ritmo alto imposto dalla Lazio: la retroguardia bianconera decide allora di trincerarsi tutta in area di rigore e concede agli avversari solo soluzioni da fuori. Ci prova anche Correa, ma il suo tiro è bloccato a terra, centralmente, da Musso.

Poco dopo l’Udinese ha l’occasione di chiudere la gara in ripartenza, ma Molina, sbentrato a Zegeelaar, sbaglia l’ultimo passaggio, servendo De Paul e non Pussetto che aveva tanto spazio davanti.

La Lazio si rende nuovamente pericolosa con una comobinazione al limite tra Correa-Immobile, il quale riesce a girarsi per la prima volta nel corso della gara e a calciare in diagonale. Tiro deviato da Musso.

Inzaghi inserisce anche Caicedo per aumentare il proprio potenziale offensivo, ma l’Udinese passa nuovamente con Forestieri: palla a Pereyra sulla trequarti, tiro deviato che raggiunge Forestieri il quale punisce Strakosha, al volo, sul suo palo.

Sembra finita e invece una leggerezza difensiva di Jajalo rimette in carreggiata la Lazio: l’ex Palermo alleggerisce male su Musso e serve involontariamente Immobile. L’attaccante si invola verso la porta e viene atterrato da Musso: rigore. Dal dischetto, Immobile, freddissimo, batte Musso che comunque aveva intuito.

Inzaghi mette anche Pereira al posto di Radu, passando a uno spregiudicato 4-2-3-1. La reazione è però troppo tradiva e i biancocelesti non riescono a creare vere occasioni nonostante si gettino tutti in avanti. L’Udinese viene dunque premiata per l’approccio coraggioso alla gara e il cinismo dimostrato nella seconda frazione per essere riuscita a concretizzare la sola vera occasione avuta sui piedi di Forestieri.

La Lazio cade in casa e paga un primo tempo giocato troppo sottotono. La squadra di Inzaghi resta nel gruppo di centroclassifica e spera di migliorarsi nella parte finale del girone di andata

Video gol-highlights Lazio-Udinese

Lazio-Udinese: il tabellino della gara

Lazio-Udinese 1-3 17′ Arslan (U), 45+2′ Pussetto (U), 70′ Forestieri (U), 73′ Immobile (L, rigore)

LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric (Pereira 75′), Acerbi, Radu ; Lazzari, Parolo (Akpra Akpro 45′), Cataldi (Lucas Leiva 45′), Luis Alberto (Caicedo 61′), Fares (Marusic 45′); Immobile, Correa. Allenatore: S. Inzaghi

UDINESE (3-5-2): Musso; Samir, Nuytinck, Becao; Larsen, De Paul, Arslan (Jajalo 57′), Pereyra, Zeegelaar (Molina 57′); Pussetto, Forestieri (Walace 80′). Allenatore: Gotti

Arbitro: Aureliano (Bologna)

Ammoniti: Arslan (U), Fares (L), Pereyra (U), Samir (U), Akpra Akpro (L)

Espulsi:

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus