Video Gol Highlights Juventus-Inter 2-4 dts: Sintesi Finale Coppa Italia 11-5-2022

Video Gol e Highlights Juventus-Inter 2-4, Finale Coppa Italia: Simone Inzaghi vince la coppa nazionale grazie alla doppietta di Perisic nei tempi supplementari dopo le reti di Alex Sandro, Vlahovic, Barella e Calhanoglu

L’Inter batte la Juventus allo Stadio Olimpico di Roma al termine di una partita infinita tra rimonte e contro rimonte nella finale di Coppa Italia.

Il club meneghino vince il primo titolo di questa stagione, tornando a vincere questo trofeo dopo undici anni, battendo i piemontesi, ai quali non è bastata una grande prestazione di rabbia ed orgoglio.

Record negativo per la squadra di Massimiliano Allegri, che chiude per la prima volta dopo dieci anni consecutivi una stagione senza trofei, mentre Simone Inzaghi si conferma un esperto della coppa nazionale.

Juventus-Inter

Sintesi di Juventus-Inter 2-4 dts

Out Chiesa, De Sciglio, Kaio Jorge e McKennie per Massimiliano Allegri, che recupera almeno per la panchina Pellegrini e Locatelli e si affida a Perin a porta, Chiellini in difesa e Dybala e Bernardeschi sulla trequarti, come annunciato in conferenza stampa. Per il resto, invece, spazio ai titolarissimi con Danilo, De Ligt e Alex Sandro a completare il quartetto arretrato, Zakaria e Rabiot in mediana e Cuadrado e Vlahovic a completare il quartetto offensivo, con buona pace di Morata, solo in panchina.

L’unico non convocato per Simone Inzaghi è Vecino, mentre le sorprese sono D’Ambrosio in difesa, al posto di un Bastoni non al meglio e preferito a Dimarco, e Darmian sulla fascia destra, solo panchina per Dumfries. Davanti a capitan Handanovic ci sono come al solito Skriniar e De Vrij, mentre a centrocampo Perisic gioca sulla fascia sinistra e il trio costituito da Barella, Brozovic e Calhanoglu in mediana. In attacco la coppia è formata da Lautaro Martinez e Dzeko.

E’ una partita molto combattuta nel primo tempo, disputato su ritmi abbastanza intensi. C’è grande aggressività tra le due squadre, con il tentativo di fare possesso palla mortificato dall’ottima fase difensiva degli avversari.

Al 7′ minuto i nerazzurri sbloccano il risultato trovando il gol del vantaggio con una bellissima giocata personale di Barella.

I bianconeri provano a reagire con rabbia ed orgoglio, si riversano nella metà campo avversaria attaccando a testa bassa la porta di Handanovic, superlativo più volte su Dybala, Vlahovic e De Ligt.

Nel finale c’è tempo per un tentativo di Brozovic e l’infortunio di Danilo, che viene sostituito addirittura da Morata con l’abbassamento di Cuadrado.

Il secondo tempo è molto simile alla seconda metà della prima frazione di gioco, visto che i bianconeri entrano in campo con grandissima rabbia ed orgoglio, prendendo in mano il pallino del gioco e mettendo a ferro e fuoco una difesa nerazzurra non proprio perfetta.

Al 51′ minuto i bianconeri pareggiano meritatamente con Morata, che devia leggermente la conclusione di Alex Sandro cogliendo impreparato Handanovic.

Neanche il tempo di respirare, che al 53′ minuto i bianconeri completano la rimonta ribaltando il risultato con Vlahovic, al termine di una bellissima azione di Bernardeschi e Dybala.

I nerazzurri finalmente si svegliano, alzano il baricentro, pressano con maggiore intensità ed aggressività e rispondono al gioco avversario con le proprie armi, cioè attaccando sulle fasce.

Alzano la saracinesca Perin e Handanovic su Darmian e Morata, in mezzo viene ammonito Brozovic, poi ci prova anche Dybala tra le sostituzioni che vedono coinvolti Correa, Dumfries, Dimarco, Bonucci e Locatelli, che subentrano al posto di Dzeko, Darmian, D’Ambrosio, Bernardeschi e Zakaria.

Proprio quando la partita sembra spegnersi, al 81′ minuto i nerazzurri trovano il gol del pareggio con Calhanoglu, che trasforma il calcio di rigore fischiato dall’arbitro per fallo di De Ligt e Bonucci su Lautaro Martinez.

Nel finale entrano Arthur, Vidal e Alexis Sanchez al posto di Chiellini, Calhanoglu e Lautaro Martinez, mentre viene ammonito Locatelli.

Succede di tutto nei tempi supplementari, dove le due squadre si allungano tantissimo e si assiste a continui capovolgimenti di fronte.

Entra Pellegrini al posto di Alex Sandro, poi ci prova Alexis Sanchez, ma l’uomo della serata è Perisic, che al 99′ minuto completa la contro rimonta ribaltando il risultato su calcio di rigore, fischiato dall’arbitro per fallo di De Ligt su De Vrij.

Fuori Dybala, dentro Kean, ma al 102′ minuto i bianconeri segnano ancora, sempre Perisic, che completa una bellissima azione corale in contropiede con una conclusione all’incrocio.

Il secondo gol taglia le gambe ai bianconeri, che provano a dare l’ultimo sforzo nei minuti finali, in cui c’è spazio anche per Bastoni al posto di Dimarco, ma la difesa nerazzurra fa buona guardia e non rischia mai.

Highlights e Video Gol di Juventus-Inter 2-4 dts:

Tabellino di Juventus-Inter 2-4 dts

Juventus (4-2-3-1): Perin 6; Danilo 5,5 (41′ Morata 7), De Ligt 5,5, Chiellini 7 (39′ st Arthur 6), Alex Sandro 6,5 (1′ pts Pellegrini 6); Zakaria 6 (21′ st Locatelli 5,5), Rabiot 6; Cuadrado 5,5, Dybala 6 (10′ pts Kean sv), Bernardeschi 5,5 (21′ st Bonucci 5,5); Vlahovic 6,5. A disp.: Szczesny, Pinsoglio, Rugani, Miretti, Nicolussi, Aké. All.: Allegri 6.


Inter (3-5-2): Handanovic 6; D’Ambrosio 5,5 (18′ st Dimarco 6 (10′ sts Bastoni sv)), De Vrij 6,5, Skriniar 6; Darmian 6 (18′ st Dumfries 6), Barella 6,5, Brozovic 6, Calhanoglu 6,5 (46′ st Vidal 6), Perisic 8; Martinez 5,5 (46′ st Sanchez 6), Dzeko 5 (18′ st Correa 5). A disp.: Radu, Cordaz, Ranocchia, Gosens, Bastoni, Gagliardini. All.: Inzaghi 6.


Arbitro: Valeri
Marcatori: 7′ Barella (I), 5′ st Alex Sandro (J), 7′ st Vlahovic (J), 35′ st rig. Calhanoglu (I), 9′ pts rig. Perisic (I), 12′ pts Perisic (I) 
Ammoniti: Locatelli (J); Brozovic, Vidal (I)
Espulsi: 14′ pts Allegri (J) per proteste

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia