Video Gol Highlights Croazia-Spagna 3-5: Sintesi Europei 28-6-2021


Video Gol e Highlights Croazia-Spagna 3-5, Ottavi di finale Europei 28-6-2021: passano le “furie rosse” dopo una partita spettacolare.

Spettacolo puro al Telia Parken di Copenaghen, dove la Spagna batte 5-3 una Croazia mai doma, capace di recuperarle due reti nell’ultimo quarto d’ora e allungare la sfida sino ai supplementari. Iberici in svantaggio a causa di un infortunio di Unai Simòn, per il resto autore di una gara sontuosa, ma poi in grado di risollevarsi grazie alla grande qualità dei suoi interpreti, ed infliggere un punteggio tennistico alla nazionale balcanica, che avrebbe meritato forse miglior sorte. La legge del calcio, però, è spietata: deve passarne solo una, e saranno gli iberici ad attendere la vincente di Francia-Svizzera. Migliore in campo Pedri, che ha colto un’altra occasione per dimostrare a tutti di essere in possesso di una classe superiore.

Calendario, orari e diretta tv Gruppo B Euro 2020.

Sintesi di Croazia-Spagna 3-5

La Spagna approccia la gara alla sua maniera: un gran possesso palla nel tentativo di aprire varchi nella difesa croata. Non si segnalano grosse occasioni nei primi minuti, fatta eccezione per un colpo di testa, debole e centrale, di Azpilicueta.

Il grande giro palla funziona però, dacché Pedri riesce a trovare una traiettoria che taglia in due la difesa avversaria, serve Koke davanti al Livakovic, ma la bandiera dell’Atletico spreca malamente. Ci prova anche Morata, con un colpo di testa schiacciato su cross di Torres, per il quale gli spagnoli vorrebbero rigore, venendo la sfera deviata dal braccio di Vida. Cakir fa proseguire-

La Spagna pare in controllo totale del match, eppure viene atrocemente beffata al 20′, quando un retropassaggio di Pedri da centrocampo coglie impreparato Unai Simòn. Stop mancato e palla che rotola lemme lemme in fondo al sacco, per l’incredula gioia dei croati e dei tifosi che occupano il proprio spicchio di stadio.

Il gol scuote la Spagna che concede un po’ troppo campo agli avversari: la Croazia va due volte vicino al raddoppio, prima con un tiro di Vlasic che finisce sull’esterno della rete, poi con un tentativo di Kovacic, alto sulla traversa.

La squadra di Dalic potrebbe andare al riposo in vantaggio, ma un’altra manovra avvolgente porta la Spagna al pareggio: diverse maglie bianche cingono la trequarti, Gayà ci prova con un tiro dal limite sul quale si oppone Livakovic, ma sulla ribattuta si avventa Sarabia che firma il pareggio.

nel secondo tempo Kramarric prende il posto di Petkovic. La Spagna si fa vedere per prima con un cambio gioco di Ferràn Torres verso Sarabia, che però sbaglia la sponda in mezzo. Il vantaggio arriva poco dopo: grande spunto di Pedri, che si incunea in area di rigore e scarica su Ferràn, cross in mezzo e testa di Azpilicueta, che salta da solo indisturbato.

La Croazia si fa vedere con una conclusione piuttosto scialba di Rebic, poi va davvero vicina al gol con un tiro ravvicinato di Gvardiol bloccato a terra da Simòn. La squadra di Dalic non riesce comunque a dare continuità ai suoi assalti, anzi subisce anche il 3-1 di Morata, su azione di calcio piazzato, immediatamente annullato da Cakir per fuorigioco.

Il tris arriva dopo un’enorme ingenuità croata: su un calcio di punizione per la Spagna, Gvardiol perde la posizione in campo per andare a dissetarsi. Ferràn si trova dunque una prateria davanti, riceve e mette dentro il 3-1 a tu per tu con Livakovic.

A questo punto la gara non avrebbe più nulla da dire, ma una fiammata di Modric sulla destra porta al gol di Orsic, che la spunta nel traffico davanti alla porta sguarnita e piazza il pallone oltre la linea nonostante un estremo tentativo di respinta da parte di Azpilicueta.

Il finale si trasforma dunque in un assalto della Croazia, che prova con tutte le forze a fare breccia nel fortino spagnolo. Ci riesce con Pasalic, bravo a penetrare nel cuore dell’area su un cross di Orsic e siglare il 3-3 che manda la gara ai supplementari.

Supplementari dove subito Orsic, una spina nel fianco sin dal momento del suo ingresso, minaccia la porta spagnola con un gran sinistro al volo. Ancora Pasalic costringe Unai Simòn a un grande intervento. Nel momento migliore della Croazia arriva la zampata che non ti aspetti: è Alvaro Morata a rimettere la Spagna avanti capitalizzando il servizio di Dani Olmo. Controllo di destro e sinistro sotto l’incrocio per un 4-3 che spiana la strada agli iberici.

La Croazia è stordita e subisce un mortifero uno-due con Oyarzabal che la colpisce sul finire del primo tempo. All’inizio della ripresa i balcanici provano una reazione con Budimir, bravo a tagliare su servizio di Orsic. Il tiro finisce fuori di un soffio. I tentativi di rimonta, però, si arrestano lì. La Spagna si concede un ultimo acuto con Morata, sull’esterno della rete e un altro con Dani Olmo, il cui urlo viene strozzato dal palo. Poi la “Roja” si limita a gestire, senza correre più pericoli, e conduce in porto una qualificazione che la vedrà contrapposta a Francia o Svizzera.

Highlights e Video Gol di Croazia-Spagna 3-5:

Tabellino di Croazia-Spagna 3-5

Croazia-Spagna 3-4: 20′ Pedri (autogol, S), 38′ Sarabia (S), 56′ Azpilicueta (S), 77′ Ferràn Torres (S), 85′ Orsic (C), 90+3′ Pasalic (C), 100′ Morata (S), 103′ Oyarzabal (S)

CROAZIA (4-2-3-1): Livakovic; Juranovic (Brekalo 73′), Vida, Caleta Car, Gvardiol; Kovacic (Budimir 79′), Brozovic; Vlasic (Pasalic 79′), Modric (Ivanusec 113′), Rebic (Orsic 64′); Petkovic (Kramaric 45′). CT: Zlatko Dalic

SPAGNA (4-3-3): Unai Simon; Azpilicueta, Laporte, Eric Garcia (Pau Torres 70′), Gayà (Alba 78′); Pedri, Busquets (Rodri 101′), Koke (Ruiz 78′); Sarabia (Dani Olmo 70′), Morata, Ferran Torres (Oyarzabal 88′). CT: Luis Enrique

Arbitro: Cakir (Tur)

Ammoniti: Brozovic (C)

Espulsi:

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus