Video Gol Highlights Benfica-Juventus 4-3: Sintesi 25-10-2022

Video Gol e Highlights Benfica-Juventus 4-3, 5° Giornata Gruppo H Champions League: segnano Milik, McKennie, Antonio Silva, Vlahovic, Joao Mario e Rafa Silva

Il Benfica batte la Juventus all’Estadio da Luz di Lisbona al termine di una partita assurda nella quinta giornata del Gruppo H della fase a gironi di Champions League, secondo turno del girone di ritorno.

E’ una vittoria fondamentale per i lusitani, che si qualificano agli ottavi di finale eliminando proprio i bianconeri, out tra le migliori sedici europee dopo quasi un decennio e con l’unico obiettivo nell’ultimo turno di qualificarsi almeno agli spareggi per partecipare alla fase finale della seconda coppa europea.

Benfica Juventus

Sintesi di Benfica-Juventus 4-3

Out Draxler e Morato per Roger Schimdt, che schiera Bah, Silva, Otamendi e Grimaldo in difesa davanti a Vlachodimos, in mediana Florentino e Fernandez, mentre nel quartetto d’attacco giocano Aursnes, Joao Mario e Rafa Silva alle spalle di Ramos unica punta.

Non ci sono Ake, Bremer, Chiesa, De Sciglio, Di Maria, Kaio Jorge, Paredes, Peeters e Pogba per Massimiliano Allegri, che punta su Danilo, Bonucci e Gatti in difesa a protezione di Szczesny, confermando Cuadrado e Kostic sulle fasce e McKennie con Locatelli e Rabiot in mediana. In attacco c’è Kean con Vlahovic.

E’ una partita bellissima nel primo tempo, visto che i ritmi sono elevatissimi e c’è grande intensità a centrocampo tra due squadre che dimostrano aggressività nel pressing e qualità nel gioco offensivo.

Al 18′ minuto i padroni di casa sbloccano il risultato trovando il gol del vantaggio con Antonio Silva su assist perfetto di Fernandez.

Grande reazione degli ospiti, che prendono in mano il pallino del gioco, alzano il baricentro ed attaccano a testa bassa la porta dei padroni di casa, che riescono a pareggiare al 25′ minuto, quando gli ospiti segnano con il solito Vlahovic grazie alla correzione del VAR, sugli sviluppi di un calcio piazzato.

Ma al 28′ minuto i padroni di casa tornano nuovamente in vantaggio con Joao Mario, che trasforma il calcio di rigore fischiato dall’arbitro per fallo di mano di Cuadrado.

Gli ospiti non ci stanno, vengono spinti dall’orgoglio e da un Kostic in grande spolvero sulla fascia sinistra, anche perché i padroni di casa non si limitano a gestire, ma lasciano qualche spazio che Vlahovic, questa volta, non riesce a sfruttare.

Gol sbagliato, gol subito. Regola 2.0 del Manuale del Calcio. Infatti, subito dopo, al 36′ minuto i padroni casa segnano addirittura il tris con un tacco fantascientifico di Rafa Silva sul cross di Joao Mario.

Nel finale, in realtà, gli ospiti avrebbero un’altra clamorosa occasione per accorciare e riaprire la partita, ma a sbagliare è Kean sotto porta.

Il secondo tempo si apre con l’entrata in campo di Milik al posto di Kean, ma soprattutto si apre come si era conclusa la prima frazione di gioco.

Infatti, al 50′ minuto i padroni di casa calano il poker con la doppietta di Rafa Silva, bravo a saltare il portiere dopo il lancio di Grimaldo.

Il quarto gol taglia le gambe agli ospiti, che dimostrano di aver accusato il colpo, abbassano tanto il baricentro favorendo l’ottima gestione dei padroni di casa.

Entrano Alex Sandro e Miretti al posto di Bonucci e Cuadrado, viene ammonito Danilo dopo la clamorosa doppia occasione del poco cinico Ramos e prima dell’errore sotto porta di Rafa Silva.

C’è spazio anche per Soule e Iling-Junior, che subentrano al posto di Vlahovic e Kostic, e, dopo l’ennesimo errore sotto porta di Rafa Silva, al 77′ minuto gli ospiti accorciano con la rete di Milik sul cross proprio di Iling-Junior.

E al 79′ minuto clamorosamente gli ospiti riaprono i discorsi segnando ancora e dando un senso al finale di gara con il gol di McKennie, al posto giusto al momento giusto sulla respinta di Vlahodimos sul cross teso di Iling-Junior.

Nel finale entra Gilberto per Bah, viene ammonito Fernandez, il palo ferma Rafa Silva, poi sostituito da David Neres quando entra anche Musa per Ramos, e Soule si divora il possibile pareggio.

Highlights e Video Gol di Benfica-Juventus 4-3:

Tabellino di Benfica-Juventus 4-3

Benfica (4-2-3-1): Vlachodimos; Bah 5,5 (36′ st Gilberto), Antonio Silva, Otamendi, Grimaldo; Fernandez, Florentino; Rafa Silva 8 (42′ st Musa), Joao Mario 8 (90’+4 Chiquinho), Aursnes; Gonçalo Ramos 6 (42′ st Neres).
Allenatore: Schmidt


Juventus (3-5-2): Szczesny; Gatti, Bonucci 4 (15′ st Alex Sandro), Danilo; Cuadrado 4,5 (15′ st Miretti), McKennie, Locatelli, Rabiot, Kostic 5,5 (25′ st Iling-Junior); Vlahovic 5,5 (25′ st Soulé), Kean 5,5 (1′ st Milik).
Allenatore: Allegri 4


Arbitro: Jovanovic
Marcatori: 17′ Antonio Silva (B), 22′ Kean (J), 28′ rig. Joao Mario (B), 35′ e 6′ st Rafa Silva (B), 32′ st Milik (J), 34′ st McKennie (J)
Ammoniti: Danilo (J), Fernandez (B)
Espulsi:

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia