Video Gol Highlights Benevento-Lecce 0-0: sintesi 10-09-2021

Sommario
  1. Tabellino

Finisce a reti bianche per puro caso, ma è stata una partita bellissima e piena di emozioni e occasioni, ora sventate dai portieri ora sciupate clamorosamente. Sanniti e salentini non si superano e vanno rispettivamente a 4 e 2 punti.

I sanniti partono male, malissimo, lasciando spazi enormi che il Lecce sfrutta quasi alla perfezione. Quasi perché il gol non arriva.

Dopo un colpo di testa di Gargiulo finito a lato di poco, allo scoccare del 3° minuto Coda, ottimamente lanciato da Hjulmand, si ritrova a tu per tu con Paleari, salvato al momento del tiro da uno splendido intervento in chiusura di Vogliacco ai danni della punta ospite, uno degli ex della partita con Tuia e Lucioni.

Al 4° minuto è il già citato Lucioni a rendersi pericolosissimo con un colpo di testa su azione d’angolo, ma il pallone esce sul fondo nonostante il buon posizionamento del difensore.

Al 7° il Lecce sfiora nuovamente la rete e per ben due volte: prima Paleari deve sventare un gran tiro da fuori di Di Mariano e poi osserva con preoccupazione Strefezza che cerca il tap-in mancando clamorosamente il bersaglio da posizione favorevole.

I salentini continuano a rendersi pericolosi, Coda sventa involontariamente un possibile tiro al volo dal centro dell’area di Majer e poi colpisce di testa senza imprimere potenza e agevolando Paleari.

Al 9° si vede finalmente il Benevento, che prova il colpo a sorpresa con un inserimento di Elia, ma la mezzala sfiora soltanto il pallone messo in area da Ionita e la potenziale chance sfuma.

Caserta, inviperito, procede ad un cambio di modulo passando ad un 4-4-2 ben poco classico, ma comunque efficace che permette ai giallorossi di casa di frenare l’ardore dei pugliesi e di rendersi finalmente pericolosi, al 24° con un cross di Letizia sul quale non arriva alcun compagno e, soprattutto, al 27° con un altro traversone di Foulon che Lucioni devia in porta costringendo Gabriel ad una miracolosa parata che evita al difensore l’autorete.

La prima frazione si chiude dopo un minuto di recupero e con l’ennesima chance: Elia converge dopo una bella galoppata e conclude da buona posizione, ma il suo tiro sorvola la traversa.

La ripresa si apre con l’assegnazione di un penalty a favore dei pugliesi per un fallo di mano di Calò, ma il VAR fa notare che il centrocampista ha in realtà preso il pallone con la faccia.

Al 52° Paleari è nuovamente decisivo su una sassata di Hjulmand, mentre al 59° Foulon va a sbattere contro la difesa ospite.

Al 63° i leccesi sono ancora ad un passo dal vantaggio, ma a negarglielo stavolta è il palo che si frappone tra Paleari e il potente diagonale scagliato da Strefezza. Due minuti e il Lecce manca ancora la rete con Coda, che di testa manda clamorosamente alto un bel cross di Calabresi.

La sfida non si sblocca, ma resta avvincente. Improta segna in offside e Strefezza ci riprova senza esito. Ci sono pericolosi cambiamenti di fronte fino al termine e anche ultime due emozioni, entrambe di marca beneventana: all’87°, complice un provvidenziale tocco di Gabriel, Improta manda fuori un cross di Foulon praticamente dalla line di porta e al 94° ancora l’esterno di casa mette a lato di testa un pallone messo in mezzo da Barba. Al 95° scade il recupero.

Tabellino

Benevento (4-2-3-1): Paleari; Letizia, Vogliacco, Barba, Foulon; Calò (76′ Vokic), Ionita (67′ Tello); Elia (57′ Acampora), R. Insigne (67′ Brignola), Improta; Moncini (57′ Sau). Allenatore: Caserta

Lecce (4-3-3): Gabriel; Gendrey (46′ Calabresi), Lucioni, Tuia, Gallo; Gargiulo (79′ Helgason), Hjulmand, Majer (72′ Bjorkengren); Strefezza (71′ Paganini), Coda, Di Mariano (82′ Olivieri). Allenatore: Baroni

Arbitro: Santoro

Ammoniti: Majer, Letizia e Bjorkengren

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana