Video gol highlights Avellino-Spal 1-0: il Frosinone può andare in fuga

Seconda sconfitta consecutiva per la Spal, caduta ad Avellino a causa di una rete di Eusepi ad inizio ripresa. Gli irpini tornano a vincere dopo due pareggi e tre sconfitte, due delle quali estremamente umilianti.

La gara è molto tattica, con le due squadre che si studiano a lungo anche per colpa del corposo turnover imposto da entrambi gli allenatori; comunque le occasioni ci sono, anche se poche: gli estensi sfiorano la rete con Finotto, che prima manda fuori di poco un diagonale e poi si fa respingere da Radunovic un tiro a botta sicura. I biancoverdi, però, ci sono e provano a farsi vedere con Ardemagni che liscia malamente un perfetto assist di D’Angelo. Il primo tempo è tutto qui.

L’inizio del secondo tempo è scoppiettante: al quarto minuto Migliorini lancia Eusepi che batte Meret con un preciso scavetto. Questo bel gol decide la gara, non riuscendo i ferraresi a rendersi pericolosi nei successivi 47 minuti di partita (considerando i 6 minuti di recupero concessi). Dal canto loro, gli irpini non premono l’acceleratore e si limitano a contenere gli avversari. Le uniche emozioni sono le espulsioni di mister Novellino e del dg dei campani Taccone.

L’Avellino fa così un altro bel passo avanti verso la salvezza, confermandosi come rompiscatole del torneo: dopo il Verona, anche un’altra squadra ormai favorita per la promozione come la Spal si è dovuta arrendere alla squadra di Novellino. Il Frosinone, prossimo avversario degli irpini, è avvisato. Per gli emiliani, come detto, è la seconda sconfitta di fila, da addebitarsi alla scelta di mister Semplici di attuare un robusto turnover e di schierare giocatori con pochi minuti nelle gambe. Scelta coraggiosa, forse anche corretta per ridare fiato a chi non ha mai saltato una gara, ma che non ha pagato.

Migliori in campo Eusepi (7.5) e Finotto (6): il primo, schierato a sorpresa, ripaga Novellino con un bel gol e una gara di grande sacrificio tattico; il secondo è uno dei pochi giocatori ospiti ad accendersi e rendersi insidioso, seppur a tratti. Male Zigoni (4), mai in partita. Nessuna insufficienza tra gli irpini.

 

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana