Video Gol-highlights Arsenal-Chelsea 3-1: sintesi 26/12/2020

Video gol-highlights Arsenal-Chelsea: finisce 3-1 uno spettacolare derby di Londra.

Una vittoria che può far svoltare la stagione: l’Arsenal batte 3-1 il Chelsea e si aggiudica un avvincente derby di Londra, che ha offerto un finale di pura adrenalina.

Risultato tutto sommato giusto per quanto fatto vedere in campo, con i ragazzi di Arteta che hanno fatto valere la loro maggior brillantezza sulle corsie laterali. Terney (migliore in campo) e Bellerin sono stati preziosi in fase di spinta, e dai loro piedi sono partite tutte le azioni pericolose dei “gunners”.

Lampard paga una prestazione opaca di Kovacic in regia. Il croato non si è dimostrato all’altezza del ruolo di vice Jorginho e nel corso di tutto il primo tempo non è riuscito a tessere una buona manovra. Cosa che ha fatto, invece, l’italobrasiliano quando è subentrato nel secondo tempo.

Con lui in campo i “blues” hanno fatto girare molto meglio il pallone, costringendo l’Arsenal nella propria metàcampo. Il terzo gol di Saka, una “palombella” rocambolesca che ha beffato Mendy, rischiava di tagliare le gambe ai ragazzi di Lampard, cui va comunque riconosciuto il merito di averci provato fino alla fine.

Ci ha pensato l’Arsenal a complicarsi la vita nell’ultimo quarto di gara, con Pablo Mari che per poco non costringe i suoi compagni a un finale “thrilling”. Il 3-1 rende comunque merito alla squadra che ha giocato meglio nel complesso e che ora, prendendo spunto da questo risultato, può provare a dare un nuovo senso alla propria stagione fin qui fallimentare.

Arsenal-Chelsea: la sintesi della gara

Nel primo tempo è l’Arsenal a partire meglio, sfruttando soprattutto le discese sugli esterni. Tierney e Bellerin spingono come ali aggiunte e dalle loro incursioni in area nascono cross interessanti che Lacazette non riesce a sfruttare.

L’ex Lione spreca, di testa, mandando alto un pallone messo in mezzo da Saka, mentre il Chelsea si fa vedere solo dopo una ventina di minutio con un tentativo di Zouma, su corner dalla destra, che finisce comunque abbastanza alto.

La squadra di Lampard si affida al genio di Pulisic per provare a sfondare sulla trequarti. Werner e compagni si dimostrano però imprecisi nell’ultima giocata, arginati ottimamente dai centrali dei “gunners” che scelgono ottimamente i tempi dei propri interventi.

L’Arsenal si rende ancora pericoloso sull’out di destra con l’ottima sovrapposizione di Bellerin, che sfrutta il vantaggio concesso dall’arbitro, e trova sul versante opposto Martinelli. Il tiro dell’argentino finisce sull’esterno della rete.

Il vantaggio della squadra di Arteta è solo rimandato: Tierney penetra ancora sulla propria fascia di competenza e costringe Reece ad entrargli in ritardo da dietro (resta qualche dubbio). Calcio di rigore e trasformazione impeccabile di Lacazette per l’1-0.

La reazione del Chelsea tarda ad arrivare e si riduce a uno scialbo tentativo di Werner, un po’ in affanno sulla trequarti, che si spegne senza pretese al lato della porta difesa da Leno.

L’Arsenal ne approfitta, allora, e si porta addirittura sul 2-0, con Xhaka che sfrutta la propria abilità sui calci piazzati e non lascia scampo a Mendy scoccando un tiro da circa 25 metri che si spegne sotto l’incrocio.

Il Chelsea prova allora a cambiare approccio inserendo la qualità di Jorginho in regia e la velocità di Hudson-Odoi, al posto di uno spento Werner, sugli esterni.

A parte un cross messo in mezzo dallo stesso Odoi, che comunque non sortisce particolari effetti, la squadra di Lampard non riesce ad attaccare efficacemente la trequarti avversari. L’ingresso di Jorginho aumenta la propensione al palleggio dell’undici blues, ma l’Arsenal adotta un atteggiamento passivo, chiudendo gli spazi e rimanendo basso, in attesa di poter ripartire.

E’ ciò che fa sfruttando ancora la corsa di Bellerin sulla destra: lo spagnolo premia l’inserimento di Saka, che dal vertice dell’area di rigore inventa una traiettoria velenosa, la quale scavalca Mendy e si insacca nel palo più lontano.

Sul punteggio di 3-0 il Chelsea si scopre nel tentativo disperato di mitigare lo svantaggio, e si espone ancor più ai contropiedi avversari, che si sviluppano sempre sulle corsie laterali.

Il “Frecciarossa” Terney semina Zouma e va a servire Martinelli dentro l’area di rigore. La botta del brasiliano, di prima intenzione, viene parata d’istinto da Mendy.

Nell’ultimo quarto di gara Lampard inserisce Havertz per sfruttarne le capacità di inserimento. Mount impegna Leno con un tiro da posizione defilata, mentre Thiago Silva manda alto, di testa, su azione d’angolo dalla sinistra.

Nonostante il passivo pesante, alla squadra di Lampard va dato atto di non tirare mai i remi in barca e continuare a provarci sino all’ultimo: Abraham spedisce alto un cross di Odoi dalla destra, mentre un tentativo di Pulisic dalla trequarti di sinistra viene frustrato dalla traversa.

I “blues” per poco non rischiano la figuraccia con Mendy che sbaglia regalando il pallone a Lacazette, poi respinge il suo pallonetto indirizzato in porta.

Ancora El Neny prova ad arrotondare, ma il suo tentativo dalla distanza finisce sulla traversa. Il finale di gara, poi, è per cuori forti: Abraham spinge in rete il pallone del 3-1, poi Pablo Mari stende Mount in area, regalando a Jorginho l’opportunità di accorciare ulteriormente dal dischetto.

Il brasiliano si fa però ipnotizzare da Leno e regala di fatto i tre punti al miglior Arsenal della stagione, che comunque nel finale di gara ha rischiato di sciupare tutto. Al Chelsea non basta l’ultimo quarto d’ora giocato su ritmi forsennati per avere ragione di un avversario che nel complesso ha dimostrato di meritare i tre punti.

Arteta deve ripartire da qui per far svoltare i propri ragazzi, fermi inchiodati nei bassifondi della classifica.

Video gol e highlights Arsenal-Chelsea

Arrivano a breve…

Arsenal-Chelsea: il tabellino della gara

Arsenal-Chelsea 3-1: 34′ Lacazette (A), 44′ Xhaka (A), 56′ Saka (A), 87′ Abraham (C)

ARSENAL (3-4-3): Leno; Holding, Pablo Mari, Tierney; Bellerin , El Neny, Xhaka, Saka; Smith Rowe (Willock 64′), Lacazette, Martinelli (Pepé 70′). Allenatore: Arteta

CHELSEA (4-3-3): Mendy; James, Zouma, Silva, Chilwell; Kanté (Havertz 73′), Kovacic (Jorginho 45′), Mount; Pulisic, Abraham, Werner (Hudson-Odoi 45′). Allenatore: Lampard

Arbitro: Michael Oliver

Ammoniti: Pablo Mari (A), Silva (C)

Espulsi:

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus