Video Gol Highlights Argentina-Arabia Saudita 1-2: Sintesi 22-11-2022

Video Gol e Highlights Argentina-Arabia Saudita 1-2, 1° Giornata Gruppo C Mondiali Qatar 2022: segnano Messi, Al Shehri e Al Dawsari

Clamorosa vittoria in rimonta dell’Arabia Saudita contro l’Argentina allo Stadio Iconico di Lusail, conosciuto anche come Stadio Nazionale, nella prima giornata del Gruppo C della fase a gironi dei Mondiali 2022 in Qatar.

Iniziano malissimo l’avventura dell’albiceleste, che si fa rimontare dopo un ottimo primo tempo dai sauditi, pronti a diventare la cenerentola di questa competizione.

Sintesi di Argentina-Arabia Saudita 1-2

Squadra super offensiva per il ct Lionel Scaloni, che schiera Molina, Otamendi, Romero e Tagliafico in difesa davanti a Martinez, con De Paul e Paredes in mediana e il quartetto offensivo costituito da Messi, Di Maria, Papu Gomez sulla trequarti alle spalle di Lautaro Martinez.

Mentre il ct Herve Renard punta su Abdulhamid, Tambakti, Al Boleahi e Al Shahrani in difesa a protezione di Al Owais, con un centrocampo costituito da Al Shehri, Kanno, Al Malki e Al Dawsari. In attacco giocano Al Faraj e Al Buraikan.

E’ una bella partita nel primo tempo, visto che i ritmi sono abbastanza intensi. Gli argentini hanno sicuramente più qualità, ma gli arabi non si limitano a difendere, visto che provano a rispondere con la giusta aggressività.

Dopo una bella parata di Al Owais, al 10′ minuto gli argentini sbloccano il risultato trovando il gol del vantaggio proprio con Messi, che trasforma il calcio di rigore fischiato dall’arbitro per fallo di Abdulhamid su Paredes.

Gli arabi provano a reagire, alzano il baricentro e prendono in mano il pallino del gioco, ma gli argentini sono ordinati e compatti in fase difensiva e letali in contropiede.

Infatti, prima viene annullata la rete a Messi al 22′ minuto per posizione di fuorigioco, poi al 27′ minuto il gol di Lautaro Martinez, sempre per fuorigioco, questa volta grazie al check del VAR, e infine un altro sempre alla punta al 35′ minuto, sempre per posizione irregolare.

Nel finale c’è ancora tempo per l’infortunio di Al Faraj, che viene sostituito da Al Abid nell’ormai consueto recupero lunghissimo.

Cambia completamente il copione della partita in un secondo tempo assolutamente assurdo, visto che gli arabi reagiscono con rabbia ed orgoglio, ma anche con idee e qualità contro argentini fin troppo difensivi.

Al 48′ minuto gli arabi pareggiano con Al Shehri, lanciato in profondità da una bella giocata di un compagno.

Neanche il tempo di studiare la situazione che al 53′ minuto gli arabi completano la rimonta ribaltando il risultato con Al Dawsari con una meravigliosa giocata personale.

Entrano Lisandro Martinez, Alvarez e Fernandez al posto di Romero, Gomez e Paredes, che sembrano dare qualcosa in più agli argentini, che provano a riprendere in mano il pallino del gioco rendendosi pericolosi con Tagliafico prima del giallo a Al Malki.

Entrano Acuna e Al Ghannam al posto di Tagliafico e Al Shehri, vengono ammoniti Al Boleahi, Al Dawsari e Al Abid.

Nel finale c’è spazio anche per Al Amri, Asiri, Al Burayk al posto di Al Abid, Al Buraikan e Al Sharani, giallo per Al Owais e non servono a nulla le clamorose occasioni di Messi e Alvarez.

Highlights e Video Gol di Argentina-Arabia Saudita 1-2:

Tabellino di Argentina-Arabia Saudita 1-2

ARGENTINA (4-3-3): Martinez; Molina, Otamendi, Romero (59′ Lisandro Martinez), Tagliafico (71′ Acuna); De Paul, Paredes (59′ Enzo Fernandez), Papu Gomez (59′ Alvarez); Messi, Lautaro, Di Maria. All. Scaloni.

ARABIA SAUDITA (4-4-1-1): Al Owais; Abdulhamid, Tambakti, Al Boleahi, Al Sharani (90+8 Al Breik); Al Shehri (78′ Al Ghannam), Kanno, Al Malki, Al Dawsari; Al Faraj (45’+3 Al Abid (89’Asiri)); Al Buraikan (89′ Al Amri). All. Renard.

ARBITRO: S. Vincic

GOL: 10′ Messi, 48′ Al Shehri, 53′ Al Dawsari

AMMONITI: 67′ Al Malki, 75′ Al Boleahi, 80′ Al Dawsari, 82′ Abdulhamid, 88′ Al Abid, 90’+1 Al Owais

ESPULSI: 

NOTE: recupero 21′

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia