Ufficiale: Pro Piacenza escluso dalla Serie C

La società piacentina saluta anzitempo il professionismo, venendo esclusa definitivamente dal campionato di Serie C.

Negli ultimi anni il nostro calcio è tormentato da vari problemi, soprattutto evidenziati nelle categorie che vanno dalla Serie B in giù, dove assistiamo a fallimenti societari, penalizzazioni, fideiussioni e quant’altro, tutte problematiche che puntualmente restano irrisolti da chi di dovere.  L’ennesima vergogna è andata di scena in Serie C, dove la Pro Piacenza è stata esclusa ufficialmente dal campionato, specie dopo lo spettacolo indecoroso visto a Cuneo, con gli emiliani sconfitti per 20-0 e schierati in campo con soli 7 giovanissimi giocatori, tra questi anche un massaggiatore, macchiando così la dignità del calcio professionistico.

Purtroppo non è il primo caso a cui assistiamo e probabilmente non sarà neanche l’ultimo se non verranno cambiate le regole, in modo che la Figc dia i giusti introiti alle società e costi più sostenibili per poter sopravvivere tra i professionisti. In questa stagione, non è solo la Pro Piacenza a trovarsi in questa situazione, infatti basta andare al Sud, esattamente nel Girone C, dove troviamo il Matera, condannata allo stesso triste destino dei piacentini. Va detto inoltre che non è solo una tragedia sportiva, perché va anche a toccare il lato umano, con le famiglie di giocatori e dipendenti senza stipendi percepiti, sfrattati dalle proprie abitazioni, totalmente privi di ogni tipo di tutela e ai quali viene calpestata la dignità.

Questa situazione ci dimostra che in Serie C, già due gironi su tre sono praticamente falsati, ribadendo che non è la prima volta che ciò avviene. La domanda che vien da porre ai vertici federali è la seguente: come è stato possibile far partecipare a questo campionato due società come Pro Piacenza e Matera? Sommersi da evidenti problemi economici, escludendo a priori quelle società che avevano i requisiti richiesti per prendere parte al professionismo. A questo quesito dovrebbe risponderci il presidente della Figc, Gabriele Gravina, nonché ex timoniere della Serie C, come anche ci attendiamo dei segnali da Francesco Ghirelli, eletto da pochi mesi alla presidenza, ma sul quale nutriamo seri dubbi sul fatto che abbia preso coscienza del problema e che possa dare quelle soluzioni tanto attese da troppo tempo.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Rocco Calandruccio

Informazioni sull'autore
Docente e opinionista radiofonico, collaboro con StadioSport da maggio 2016. Il calcio è la mia filosofia di vita, pratico Calcio a 5 con amore e passione, ma adoro scrivere tutto ciò che riguarda lo sport più bello del mondo.
Tutti i post di Rocco Calandruccio