UFFICIALE: Messi lascia il Barcellona

Lionel Messi lascia ufficialmente il Barcellona. La “pulce” non ha rinnovato il contratto in scadenza coi blaugrana il 30 giugno e ora potrebbe trovarsi un’altra squadra. PSG, City, Inter o ritorno in Argentina, fino a una nuova firma coi “blaugrana”. Tante le opzioni nell’agenda di Leo.

Fa un certo effetto scriverlo anche se, almeno per un breve lasso di tempo, ci si dovrà abituare all’idea: Lionel Messi non è più un calciatore del Barcellona. Il contratto quadriennale, che lo legava al club “blaugrana” fino al 2021, è scaduto alla mezzanotte di oggi, primo luglio, e non è stato (ancora) rinnovato.

Lionel lascia, almeno momentaneamente, il Barcellona. Scriviamo momentaneamente perché una storia lunga ben 21 anni e 778 partite non può avere un epilogo così banale. Messi e il Barcellona sono uniti da un rapporto di mutua riconoscenza. Ciascuno deve qualcosa all’altro. Messi, per una carriera che non sarebbe stata sicuramente la stessa senza la pazienza e la fiducia del Barça che, credendo nel suo immenso talento, gli paga la cura ormonale per supplire ai deficit dell’ipofisi. Il Barcellona, perché senza Leo Messi (con la complicità di Guardiola) non sarebbe mai diventato uno dei club più importanti al mondo, icona di un’intera epoca calcistica.

Il presidente Laporta ha infatti confermato la piena volontà di rinnovare il contratto di Messi ma “Dovremo trovare una soluzione che vada bene ad entrambi”. Già, perché il Barcellona è stato generoso con il suo figlio prediletto, rendendolo il giocatore più pagato al mondo, con guadagni stimati per oltre 100 milioni all’anno. Una condizione che, in tempi di pandemia, non può essere più soddisfatta. Tradotto: se Messi vorrà restare al Barcellona, dovrà accettare una sensibile riduzione dell’ingaggio. Venirsi incontro come dimostrazione d’amore.

Messi svincolato dal Barcellona: le altre opzioni oltre il rinnovo

Se le cose dovessero andare diversamente, e le strade di Messi e Barcellona dovessero dividersi, alla “Pulce” non mancheranno certo le proposte per andare a giocare altrove. Gli scenari più accreditati lo vorrebbero al Manchester City dello sceicco Al-Mubarak o al PSG dell’emiro Al-Khelaifi. L’ipotesi più suggestiva sarebbe rappresentata invece da un ritorno al Newell’s old boys, lì dove tutto iniziò 26 anni fa, ai tempi delle giovanili.

Tra congetture più serie e proposte goliardiche (come quella fattagli pervenire dai brasiliani dell’Ibis Sport Club, squadra che con tre anni e undici mesi senza vittorie si è meritata un posto nel guinnes dei primati), Messi mette in cima alla lista il rinnovo col Barcellona. Lasciarsi così sarebbe troppo banale.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus