Ufficiale: in Bundesliga si potrà esordire a 16 anni

Nuova e importante decisione della Federcalcio Tedesca: un giovane giocatore al compimento dei 16 anni d’età potrà esordire tra i professionisti, nei club della Bundesliga.   

 

Mentre il mondo del calcio è fermo per l’emergenza sanitaria che sta colpendo gran parte del mondo, la Federcalcio Tedesca ha deciso di rinnovare il proprio regolamento, nello specifico nel riguardo ai giovani calciatori provenienti dalla Primavera dei club tedeschi. Alla ripresa del campionato (o a partire dalla stagione 2020/2021), le squadre di Bundesliga e di Bundesligaa 2 (la B tedesca) potranno far esordire in prima squadra un giovane che ha compiuto 16 anni. Un passo importante per il calcio tedesco, già noto per la grande attenzione ai propri settori giovanili e per lo sviluppo precoce di talenti.

Il cambio di regolamento è stato ratificato in un’assembea ordinaria svoltasi ieri alla presenza di tutti i club di Bundesliga e dei club di seconda divisione. Fino a ieri infatti, il regolamento basava il limite d’età a 17 anni per l’esordio di un giovane tra i professionisti, ora abbassato di un anno.

In passato comunque ci sono state concessioni speciali a questa regola, come nel caso di Nuri Sahin che esordì in Bundesliga all’età di 16 anni e 11 mesi, il 6 agosto 2005 con la maglia del Borussia Dortmund, diventando il più giovane esordiente di sempre nella prima serie tedesca.

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco