UEFA Nations League 2022-2023, i risultati della 6° giornata: Italia, Olanda, Spagna e Croazia alla Final Four

LEGA A

GRUPPO 1

Austria-Croazia 1-3: i balcanici non danno scampo agli austriaci, che pareggiano subito con Baumgartner la rete iniziale di Modric, ma a metà ripresa cadono sotto i colpi di Livaja e Lovren. La Croazia chiude a 13, distanziando di un solo punto la Danimarca, e accede dunque alla Final Four. L’Austria resta a 4 e, invece, retrocede.

Danimarca-Francia 2-0: Dolberg e Skov Olsen stendono i transalpini con due reti arrivate nei minuti finali del primo tempo, ma la vittoria croata impedisce ai danesi di andare alla Final Four e li relega al 2° posto. La Francia resta a 5 punti, ma si salva grazie ai croati impostisi sull’Austria.

GRUPPO 2

Portogallo-Spagna 0-1: Morata sorprende i lusitani, cui bastava un pareggio, nei minuti finali e conduce gli spagnoli alla Final Four in programma a giugno.

Svizzera-Repubblica Ceca 2-1: Freuler ed Embolo segnano due reti repentine tra il 29° e il 30° e i cechi riescono solo ad accorciare a fine primo tempo con Schick. Nella ripresa Soucek fallisce il rigore del 2-2 che poteva rivitalizzare i suoi, che invece si arrendono e, con soli 4 punti, retrocedono. Gli elvetici vanno a 9, invece, e sono salvi.

GRUPPO 3

Inghilterra-Germania 3-3: la sfida diviene improvvisamente nella ripresa con addirittura sei reti. I tedeschi, con un rigore di Gundogan e un tiro di Havertz, vanno sul 2-0 quando mancano poco più di venti minuti al termine, ma gli inglesi rimontano e vanno sul 3-2 grazie all’uno-due di Shaw e Mount e al penalty di Kane salvo essere beffati ancora da Havertz a ridosso del 90°. Lo psettacolo è grandioso, ma la classifica no: l’Inghilterra retrocede e la Germania chiude terza.

Ungheria-Italia 0-2: giocando molto bene per circa settanta minuti e lasciandone una ventina agli avversari, gli Azzurri si qualificano alla Final Four di giugno. I gol sono di Raspadori e Dimarco. In mezzo, tante parate di Donnarumma, che nega il ai magiari in almeno quattro circostanze, e qualche situazione mal gestita che impedisce di chiudere prima i conti. I 3 punti, comunque, arrivano e, con essi, anche gli applausi al gran lavoro di Marco Rossi sulla panchina di una Nazionale che fu mitica, ma che ha faticato per decenni prima di ritrovarsi.

GRUPPO 4

Galles-Polonia 0-1: Swiderski salva la selezione polacca e condanna i gallesi al declassamento.

Olanda-Belgio 1-0: i belgi avrebbero dovuto stravincere per andare alla Final Four, ma gli olandesi giocano compatti e arcigni e vincono di misura grazie a Van Dijk guadagnandosi un posto tra le quattro finaliste lasciando agli avversari la piazza d’onore.

LEGA B

GRUPPO 1

Irlanda-Armenia 3-2: Dashyan e Spertsyan annullano il doppio vantaggio irlandese firmato da Egan e Obafemi, ma Brady su rigore riporta l’Eire in vantaggio in pieno recupero e consegna ai verdi i 3 punti con i quali blindano la salvezza. Gli armeni, invece, finiscono nella serie inferiore.

Ucraina-Scozia 0-0: il punto conquistato basta agli scozzesi per ottenere la promozione in massima serie, mentre gli ucraini chiudono al 2° posto.

GRUPPO 2

Albania-Islanda 1-1: Lenjani porta in vantaggio i balcanici, ma, malgrado la superiorità numerica per l’espulsione di Gunnarsson dopo dieci minuti, la squadra di Edi Reja non riesce aa chiudere i conti venendo beffata da Anderson al sesto minuto di recupero. L’Albania resta a 2 punti, l’Islanda va a 4.

GRUPPO 3

Montenegro-Finlandia 0-2: i finnici scavalcano balcanici e rumeni e sono salvi. Malgrado la sconfitta, frutto dei gol di Antman e Kallmann, i montenegrini si salvano grazie allo scontro diretto con la Romania e così sono proprio i romeni a retrocedere.

Romania-Bosnia-Erzegovina 4-1: Man, Puscas (doppietta) e Ratiu sommergono i già promossi bosniaci (inutile il gol di Dzeko), ma sono fatali la vittoria della Finlandia e lo scontro diretto a sfavore con il Montenegro.

GRUPPO 4

Norvegia-Serbia 0-2: Vlahovic e Mitrovic sorprendono gli scandinavi e conducono i serbi alla promozione.

Svezia-Slovenia 1-1: Forsberg risponde a Sesko, ma gli svedesi non trovano il gol della vittoria e retrocedono in Lega C. Salvi, invece, gli sloveni.

Nations League

LEGA C

GRUPPO 1

Far Oer-Turchia 2-1: già promossi dal turno precedente, i turchi rimediano una figuraccia venendo stesi dai gol di Davidsen ed Edmundsson cui parzialmente rimedia nel finale Gurler.

Lussemburgo-Lituania 1-0: Rodrigues segna anche contro i baltici e per la selezione lussemburghese c’è un rimpianto: cosa sarebbe successo con quei due punti in più persi contro la Turchia l’altro giorno?

GRUPPO 2

Grecia-Irlanda del Nord 3-1: Pelkas, Masouras e Mantalos trafiggono i nordirlandesi, a segno con Lavery, ma è una sconfitta indolore: la differenza reti, infatti, penalizza Cipro.

Kosovo-Cipro 5-1: i ciprioti vengono sommersi di gol e finiscono in Lega D per la peggior differenza reti rispetto all’Irlanda del Nord (pari gli scontri diretti). Muriqi (doppietta), Musljia, Rashani e Rrudhani siglano i gol che salvano il Kosovo, mentre è ininfluente la rete cipriota di Roberge.

GRUPPO 3

Azerbaigian-Kazakistan 3-0: gli azeri dominano, i kazaki reggono fino a metà ripresa anche giocando in dieci per l’espulsione di Alip, ma al 66° una sfortunata autorete di Marokhin spiana la strada ai padroni di casa, che dilagano con Ozobic e Nuriev. Il risultato è comunque ininfluente: i kazaki erano già promossi e gli azeri terminano al 2° posto.

Slovacchia-Bielorussia 1-1: Bakhar e Zrelak firmano le reti che decidono un match ininfluente ai fini della classifica.

GRUPPO 4

Gibilterra-Georgia 1-2: Kvaratskhelia dagli undici metri e Tsitaishvili portano a 16 i punti ottenuti dai georgiani. Annesley firma un altro gol per i pirenaici, un piccolo record.

Macedonia del Nord-Bulgaria 0-1: Despodov regala il 2° posto ai bulgari.

LEGA D

GRUPPO 1

Andorra-Lettonia 1-1: Rosas riprende nel finale la rete iniziale di Gustovskis e così i lettoni chiudono a 13 punti così come la Moldavia, ma aggiudicandosi la promozione per la miglior diferenza reti nello scontro diretto (vittoria esterna della Lettonia in Moldavia 2-4 e sconfitta interna per 1-2).

Moldavia-Liechtenstein 2-0: Stina regola gli avversari con due reti in pieno recupero, ma, pur chiudendo prima con 13 punti come la Lettonia, la promozione è appannaggio di questi ultimi per le motivazioni spiegate sopra.

GRUPPO 2

San Marino-Estonia 0-4: i baltici chiudono a punteggio pieno grazie alla doppietta di Anier e ai centri di Teniste e Sappinen.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 34 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana