Udinese-Inter, conferenza stampa pre-partita Conte: “Guai a sottovalutare la gara, voglio l’Inter vista contro la Juventus”

Un Antonio Conte molto motivato quello che si è presentato al consueto appuntamento con la conferenza stampa pre-partita. Tanti i temi analizzati dal tecnico in vista del match che i suoi affronteranno contro l’Udinese.

Sulla partita: “Chi sottovaluta questa gara è meglio non scenda proprio in campo. L’Udinese è una squadra con un’identità chiara, e nell’infrasettimanale lo ha ribadito al 100% pareggiando con l’Atalanta. Contro la Juve gli stimoli mentali erano al massimo, non voglia che si faccia l’errore di entrare in campo con meno determinazione”.

Turnover pre-Coppa Italia: “Onestamente non esiste nessun turnover per il campionato, competizione che oltre a poter portare lo scudetto dà anche l’accesso in Champions League. Le nostre idee mentali sono tutte focalizzate qui”.

Antonio Conte, 51 anni, allenatore dell’Inter

Punte a secco da 3 gare: “Non mi sorprende, questa è una caratteristica delle mie squadre. Anche l’anno scorso fummo uno di quei team capaci di mandare in gol più uomini diversi. Penso sia un pregio”.

Pronostici stagionali: “Come ogni anno questo campionato ha sette squadre sorelle pronte a darsi battaglia per il primato e i 4 posti in Champions, nella prima parte le cose stanno andando in questo modo, nella seconda vedremo chi prevarrà sull’altra, ma la sfida sarà questa qui”.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi