Tennis, WTA Wuhan: sorprendono Ostapenko e Barty, battute rispettivamente Muguruza e Pliskova

E’ il torneo delle giovani rampanti del circuito femminile quello di Wuhan dato che la più anziana, se così si può definire ha appena 24 anni.

La giornata di quarti di finale nel Premier 5 cinese è stata caratterizzata da diverse sorprese a partire dal primo incontro di giornata sul Campo Centrale che ha visto la australiana Ashleigh Barty, classe ’96, sorprendere al tie break del terzo l’ex numero uno del mondo Karolina Pliskova.

Dopo aver conquistato il primo set con grande autorevolezza e cinismo, la ceca ha iniziato a soffrire sempre più il gioco vario ed imprevedibile della più giovane avversaria finendo per cedere il secondo parziale al tie break perso piuttosto nettamente.

La scia positiva per l’australiana è proseguita in avvio di terzo e decisivo set nel quale ha strappato presto il servizio all’avversaria, difendendo il break fino al 5-4 quando, al servizio per chiudere l’incontro, il braccio ha iniziato a tremare permettendo alla ceca di rientrare a pieno nel match con 3 match point salvati.

Pliskova è stata qui brava a portare il terzo set al tie break dove inevitabilmente, si presentava come favorita vista l’abitudine a certi incontri ed un’esperienza navigata, ed invece Barty ha sorpreso tutti mettendo in scena il meglio di sé proprio nel gioco decisivo regalandosi così la prima semifinale in un torneo tanto prestigioso.

Domani l’australiana sfiderà la lettone Jelena Ostapenko, altra sorpresa, anche se meno eclatante, protagonista del successo nella serata cinese sulla numero uno del mondo Garbine Muguruza.

La spagnola dopo aver dominato il primo set ha avuto la colpa di iniziare a sbagliare eccessivamente diventando via via sempre più nervosa e permettendo alla lettone di conquistare progressivamente un ingente vantaggio utile per farla giocare a braccio sciolto.

E la Ostapenko quando è tranquilla, diventa davvero difficile da gestire a causa delle sue accelerazioni rapide ed improvvise tali da lasciare fermi sul posto e da permetterle infatti di vincere piuttosto facilmente il secondo set.

Il terzo parziale si è aperto con un’improvvisa reazione della numero uno del mondo, che con orgoglio e coraggio si è portata sopra 2-0 con la chance di andare addirittura 3-0, ma persa questa occasione, la lettone ha infilato un parziale di 6 giochi consecutivi che le ha permesso di strappare il pass per la semifinale del Premier 5, che giocherà da favorita come detto, contro la Barty.

Nella parte bassa del tabellone, invece, già priva di teste di serie, avanzano in semifinale la francese Caroline Garcia grazie al successo in due set sulla russa Makarova e la qualificata greca Maria Sakkari, anche lei vincente in due parziali, su un’altra tennista francese, Cornet.