Tennis, WTA Cincinnati/New York: trionfa Victoria Azarenka, Osaka dà forfait

Senza nemmeno scendere in campo Victoria Azarenka ha conquistato per la seconda volta in carriera il WTA Premier 5 di Cincinnati che quest’anno, in via del tutto eccezionale, si è svolto sui campi newyorchesi di Flushing Meadows.

La tennista bielorussa, ex numero uno del mondo e due volte campionessa slam, non ha potuto coronare con un successo sul campo una settimana incredibilmente positiva ma la gioia di tornare regina, per la prima volta da mamma, in un torneo prestigioso ha senza dubbio tolto questa leggera amarezza.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Azarenka, infatti, ha approfittato quest’oggi del forfait della sua avversaria, la giapponese Naomi Osaka, numero quattro del tabellone e grande favorita per la finale ma messa ko, già nel tie break di ieri nella semifinale contro Mertens, da un problema muscolare alla coscia.

Sfuma quindi il quarto confronto diretto tra le due ma soprattutto la finale del primo grande evento dalla ripresa dell’attività internazionale dopo la sospensione dei circuiti per l’emergenza sanitaria lasciando due aspetti, in eredità, su cui fare il punto.

Per Azarenka si tratta del titolo WTA numero 21 in carriera

Il primo è quello relativo alla campionessa, il ritorno quindi ad altissimi livelli di Azarenka che, nel corso del torneo, ha eliminato, nell’ordine, Vekic, Garcia, Cornet, Jabeur e Konta, cedendo un solo set, il primo della semifinale di ieri poi dominata nel set decisivo, candidandosi così ad un ruolo da protagonista nell’imminente Us Open.

L’altro, invece, è quello più problematico legato alle condizioni fisiche di Osaka che, per quanto mostrato in questa settimana newyorchese, si candidava senz’altro ad essere una delle potenziali campionesse tanto in questo evento quanto nel vicinissimo slam.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Osaka, infatti, sarà già attesa per l’esordio nell’edizione 2020 dello Us Open nella serata di lunedì opposta alla connazionale Dei ma il riserbo sulle sue condizioni fisiche sarà sciolto soltanto all’ultimo.

Dall’altra parte, invece, Azarenka, che da lunedì tornerà tra le prime 30 giocatrici del mondo, non avrà però una testa di serie nel tabellone dello slam e si presenterà, fin dai primissimi turni, come una autentica mina vagante.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus