Tennis, WTA Cincinnati: incredibile Kiki Bertens, rimonta Halep e conquista il torneo

È stata incredibilmente speciale ed avvincente la prima volta di Kiki Bertens, la tennista olandese che ha conquistato il Premier 5 di Cincinnati al termine di una settimana letteralmente da sogno.

Vittoria in rimonta, con un match point annullato, contro la numero uno del mondo dopo che, nel corso della settimana, aveva superato altre tre top ten, nell’ordine Wozniacki, Svitolina e Kvitova, per conquistare il primo titolo su cemento della carriera.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale WTA Tour)

Una superficie che fin qui, in questa sua prima stagione della carriera tennistica, non le aveva riservato, stranamente, grandi soddisfazioni.

Stranamente perché il gioco di Bertens, apparentemente, sembra adattarsi alla perfezione a questa superficie grazie alla sua imponente statura che la dota di un eccellente servizio, e grazie ai colpi da fondocampo, potenti e penetranti.

L’unica ragione per cui, probabilmente, le superfici rapide fin qui le erano state indigeste, poteva essere nella preparazione e nell’apertura un po’ macchinosa dei colpi, incapace di trovare il giusto timing sulla palla.

Ma in questa estate nordamericana, nella migliore annata fin qui della sua carriera, Bertens ha trovato la chiave per vincere anche su questi campi.

La vittoria in finale, in rimonta, contro la numero uno del mondo Simona Halep, è l’emblema di un cambiamento non solo tattico, tecnico e di adattamento alla superficie, ma, soprattutto, mentale, di attitudine, con una nuova consapevolezza e una fiducia disarmante nei propri mezzi.

Perché nel tie break del secondo set, dopo aver ceduto nettamente il primo parziale e dopo aver sciupato un vantaggio di 5-3 a suon di diritti sbagliati, è stato proprio il diritto a salvarla quando si è ritrovata ad un punto dal perdere tutto.

Superato con personalità e coraggio questo ostacolo, a sentire maggiormente la pressione è stata poi la romena, colpevole di alcuni errori pesanti una volta mancata la chance per chiudere.

Nel terzo set un altro ruolo decisivo lo ha giocato la stanchezza della numero uno del mondo reduce dal successo di Montréal la settimana prima e da alcuni straordinari a Cincinnati a causa della pioggia, dimostrando una volta di più, come sia complicato riuscire a realizzare questa doppietta così ravvicinata.

Con un parziale praticamente perfetto, Bertens conquista il sesto titolo della carriera, il primo, come detto, su cemento, e il primo di questo valore, e ritoccherà il suo best ranking posizionandosi in tredicesima posizione, addirittura numero sette nella Race che tiene conto dei risultati stagionali.

Un’annata fin qui straordinaria per lei, destinata chissà ad ottenere ancora di più, senza dubbio tra le rivelazioni di questa stagione e proprio per questo, adesso, smettere di volare non sarà semplice.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus