Tennis, Wimbledon 2019 Maschile: strepitoso Berrettini, avanti Nadal e Federer, esce Fognini

Anche il tabellone maschile di Wimbledon si appresta a vivere l’intenso Manic Monday con diversi incontri di ottavi di finale, come sempre, molto intriganti e in cui brilla ancora un pochino d’Italia.

L’impresa di giornata, infatti, l’ha firmato l’ultimo azzurro rimasto in gara, Matteo Berrettini che, dopo aver rimontato uno svantaggio di 2 set a 1, con tre match point annullati nel quarto, ha dominato il parziale decisivo contro l’argentino Diego Schwartzman.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Il giovane azzurro, in enorme crescita in questo 2019, raggiunge così per la prima volta la seconda settimana di un major e si regala, lunedì, uno splendido incrocio, sul Campo Centrale, contro il re del torneo Roger Federer.

Lo svizzero, malgrado qualche patema qua e là, risolto però con disinvoltura e classe, ha piegato in tre set il francese Lucas Pouille, numero 27 del seeding, centrando così, per l’ennesima volta, la seconda settimana dei Championships.

Tutto facile anche per il numero due del mondo e tre del tabellone Rafael Nadal, alla caccia di un terzo titolo londinese, il primo dopo nove anni, che ha superato, in tre set rapidi e convincenti, un altro francese, l’ex top ten Jo Wilfried Tsonga.

Adesso per Rafa ci sarà la sfida contro il portoghese Joao Sousa che, in uno dei match più intensi e combattuti di giornata, ha avuto la meglio, al quinto e decisivo set contro Daniel Evans, l’ultimo britannico ancora in corsa in singolare.

Nessun problema anche per il giapponese Kei Nishikori, testa di serie numero 8 qui a Wimbledon e vincente, nei suoi primi tre turni, senza perdere nemmeno un set, ieri, in modo convincente contro lo statunitense Steve Johnson.

Ora per il tennista giapponese ci sarà il kazako Mikhail Kukushkin che, dopo aver eliminato, pur sfavorito, in cinque set lo statunitense John Isner, ha prevalso, questa volta in quattro set, anche sul tedesco Jan Lennard Struff.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Infine, esce di scena l’altro azzurro ancora impegnato in tabellone, Fabio Fognini che, dopo aver passato al quinto i primi due turni, ha ceduto piuttosto nettamente contro lo statunitense Tennys Sandgren che centra, per la seconda volta in carriera, dopo Melbourne lo scorso anno, la seconda settimana di un major.

Per provare a volare addirittura nei quarti di finale dello slam su erba, Sandgren dovrà superare il connazionale Sam Querrey, davvero convincente in questi primi turni del torneo, e a segno, ieri, contro l’australiana John Millman.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€