Tennis, Us Open 2019 Maschile: super Berrettini e Lorenzi, Fabbiano spreca e perde, out Sonego

50 e 50 per quanto riguarda l’Italia al maschile nella quarta giornata del tabellone dello Us Open 2019, ultimo major della stagione sul cemento della “Grande Mela”.

Il bilancio conclusivo della ricca giornata di tennis, a seguito del mercoledì grigio caratterizzato solo dalla tanta pioggia che ha destabilizzato il programma, recita due vittorie e due sconfitte per uno Us Open che, quindi, non è ancora finito per i colori azzurri.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Bella vittoria per Matteo Berrettini nel “quarto delle occasioni”, lasciato orfano sia di Dominic Thiem che di Stefanos Tsitsipas e Roberto Bautista Agut, i principali favoriti da seeding, ma soprattuto senza nemmeno uno dei “big three”, e che quindi, un po’ per tutti, rappresenta una ghiotta chance.

Il tennista romano, testa di serie numero 24 quest’anno, ha sconfitto in quattro set l’australiano Jordan Thompson con una bella prestazione e del vedrà ora, per un posto nella seconda settimana del torneo, contro un altro tennista del continente oceanico, il giovanissimo Alexei Popyrin che ha sorpreso il kazako Mikhail Kukushkin.

Nuova splendida vittoria al quinto set per il senatore azzurro Paolo Lorenzi che, alla soglia dei quarant’anni, non sembra ancora in grado di alzare bandiera bianca e, dopo aver rimontato due set di svantaggio al giovanissimo Svajda, ha chiuso al quinto anche la sfida contro il classe ’99 serbo Miomir Kecmanovic al termine di un’incredibile battaglia.

Il tennista toscano tornerà in campo già quest’oggi senza quindi aver un giorno per rifiatare e lo farà sul Louis Armstrong Stadium contro l’ex campione del torneo Stan Wawrinka che, invece, ha superato in quattro set il francese Jeremy Chardy.

Occasione persa, invece, per Thomas Fabbiano, autore di un’incredibile impresa all’esordio contro il numero quattro del mondo Dominic Thiem e vittima, invece, al secondo turno, del kazako Alexander Bublik contro cui aveva vinto i primi due equilibrati parziali.

Nulla da fare anche per Lorenzo Sonego che, invece, ha meno da recriminare nel suo incontro, mai realmente competitivo contro il veterano spagnolo Pablo Andujar che se la vedrà proprio contro Bublik adesso per un posto in ottavi di finale.

Passa al terzo turno senza nemmeno giocare il secondo favorito del seeding Rafael Nadal che ha beneficiato del ritiro dello sfortunato Thanasi Kokkinakis, sempre alle prese con problemi fisici, mentre ha ceduto il primo set del torneo il russo Daniil Medvedev pur emergendo vittorioso al quarto contro il boliviano Hugo Dellien.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Nuova vittoria al quinto set, come all’esordio per Alexander Zverev, testa di serie numero sei, a segno contro lo statunitense Frances Tiafoe ed atteso, ora, dallo sloveno Aljaz Bedene, vincente pure lui al quinto, con tanto di match point salvati, contro il francese Benoit Paire.

Tante vittorie convincenti per alcuni giovani del circuito come l’australiano Nick Kyrgios, in tre rapidi set sul francese Antoine Hoang, il canadese Denis Shapovalov, comodamente sullo svizzero Henri Laaksonen, ed il coreano Hyeon Chung in un incredibile rimonta contro lo spagnolo Fernando Verdasco da due set sotto.

Infine, volano al terzo turno anche due big server, che poi si sfideranno domani, come il beniamino di casa John Isner, a segno in tre set piuttosto comodi contro il tedesco Jan Lennard Struff ed il campione dell’edizione 2014 Marin Cilic che, dopo aver ceduto il primo, ha poi conquistato i successivi tre parziali per emergere contro Cedrik Marcel Stebe.