Tennis ATP e WTA: grande rimonta di Fognini in Russia, Wozniacki sorprende Muguruza a Tokyo, Zhang a segno a Guanghzou

Si avviano verso la conclusione i vari appuntamenti in programma questa settimana e per ora le sorprese non sono mancate.

WTA TOKYO

Esce di scena in modo netto ed inaspettato la numero uno del mondo Garbine Muguruza che, nella semifinale del torneo Premier di Tokyo, cede alla danese Caroline Wozniacki in due rapidi set, riuscendo a racimolare appena due giochi.

Pesante soprattutto lo score del secondo parziale che la spagnola cede senza nemmeno conquistare un game per un risultato finale che lascia sorpresi in particolare per la forma mostrata fino a qui nel corso del torneo.

La danese, ex numero uno del mondo e campionessa in carica, aveva infatti faticato e non poco per raggiungere il penultimo atto del torneo, rimontando un set di svantaggio sia alla Rogers che alla Cibulkova e approfittando addirittura del ritiro di quest’ultima.

Tuttavia la prestazione di oggi della Muguruza è risultata davvero troppo opaca, incapace di sfondare il muro della Wozniacki finendo per incappare solo in tanti errori non forzati.

In finale Caroline sfiderà la russa Pavlyuchenkova, non compresa tra le teste di serie ma brava a superare la tedesca Kerber che, dopo un anno difficile è sembrata dare i primi segnali di risveglio.

La russa andrà domani alla caccia dell’undicesimo titolo in carriera mentre la danese proverà a conquistare il suo ventiseiesimo sigillo partendo con i favori del pronostico avendo vinto 5 dei precedenti 6 incontri, anche se l’ultimo, datato però 2012, se l’è aggiudicato la Pavlyuchenkova in due set.

RISULTATI SEMIFINALI

(3) C.Wozniacki b. (1) G.Muguruza 6-2 6-0

A.Pavlyuchenkova b. (7) A.Kerber 6-0 6-7(4) 6-4

WTA SEOUL

Fatica più del previsto la lettone Jelena Ostapenko impegnata come grande favorita fin dalla vigilia, nel torneo coreano.

La campionessa di Parigi, alla caccia del secondo titolo della carriera dopo l’inaspettato trionfo al Roland Garros, ha superato in rimonta la thailandese Kumkhum, brava nel primo parziale ad approfittare dei tantissimi gratuiti della avversaria.

Tuttavia dal secondo set la musica è cambiata e la Ostapenko è tornata ad esprimere il suo gioco brillante ed efficace che le ha permesso di completare con estrema disinvoltura la propria rimonta.

Domani nell’atto conclusivo sfiderà la brasiliano Haddad Maia che nella seconda semifinale di giornata ha superato l’olandese Hogenkamp in due set. 

RISULTATI SEMIFINALI

(1)J.Ostapenko b. (Q) L.Kumkhum 3-6 6-1 6-3

B.Haddad Maia b. R.Hogenkamp 6-1 7-6(7)

WTA GUANGHZOU

E’ arrivato dopo 4 anni il secondo titolo della carriera per la giocatrice di casa Shuai Zhang, numero 29 delle classifche mondiali.

La cinese, già vincitrice a Guanghzou appunto 4 anni fa, ha sconfitto in finale la serba Krunic, in tre set, in un match molto impegnativo, segnato soprattutto dal forte caldo che ha costretto gli organizzatori ad interrompere il match all’inizio del parziale decisivo.

11 anni fa Zhang faceva proprio in questo torneo il suo esordio nel professionismo a significare come questo torneo sia importante ed emozionante per lei, dove senza dubbio ha ottenuto le soddisfazioni più grandi della sua carriera.

RISULTATO FINALE

(2,WC) S.Zhang b. A.Krunic 6-2 3-6 6-2

ATP METZ

Si sono concluse molto velocemente le due semifinali in programma nel torneo francese con i rapidi successi del beniamino di casa Benoit Paire e del qualificato tedesco Gojowczick.

Il primo, testa di serie numero sette, ha superato il georgiano Basilashvili in un’ora di gioco circa, dominando letteralmente il primo set e faticando solo nel secondo conquistato al tie break.

Notevole la prova al servizio del francese che torna in finale in un torneo dopo quasi due anni e sfiderà domani come detto, da favorito, Gojowczick che ha approfittato del ritiro del connazionale Zverev.

RISULTATI SEMIFINALI

 (Q) P.Gojowczik b. (5) M.Zverev 6-3 1-0 ritiro

 (7) B.Paire b. N.Basilashvili 6-1 7-6(5)

ATP SAN PIETROBURGO

E’ il bosniaco Damir Dzumhur il primo finalista del torneo 250 russo grazie al successo in due set sul tedesco Struff.

Il nativo di Sarajevo, numero 55 del mondo, ha sconfitto il tennista che lo precede di un posto nel ranking in poco più di un’ora di gioco, raggiungendo così una nuova finale, nemmeno tanto tempo dopo quella di Winston Salem a metà agosto.

 

Grande successo e splendida rimonta per Fabio Fognini nella seconda semifinale della giornata, con il ligure che si è imposto in rimonta sul primo favorito del seeding Roberto Bautista Agut.

L’azzurro cede malamente il primo set ma riesce a rimanere incollato alla partita, punto a punto, arrivando fino al tie break dove è bravissimo ad annullare ben due match point trascinando l’incontro al terzo.

Anche il parziale decisivo ha la conclusione più giusta nel tie break e Fabio, dopo essere scivolato sotto 3-5 complice un brutto doppio fallo, rimonta lo svantaggio ed inanella 4 punti consecutivi che gli consegnano l’incontro ed un posto da favorito in finale.

RISULTATI SEMIFINALI

(3) F.Fognini b. (1) R.Bautista Agut 2-6 7-6(7) 7-6(5)

D.Dzumhur b. (8) J.Struff 6-3 7-5