Tennis, ATP Miami: avanzano Federer e Tsitsipas, out Cecchinato, ok Anderson

Il tabellone maschile del secondo ATP Master 1000 nella nuova location di Miami si è completamente allineato agli ottavi di finale.

Nella parte bassa del tabellone spicca Roger Federer, testa di serie numero quattro, che ha superato lo scoglio Filip Krajinovic nel terzo turno non senza difficoltà soprattutto nel primo parziale vinto quasi in volata.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Adesso per il campione svizzero ci sarà un test intrigante contro il giovane russo Daniil Medvedev che ha piegato, dopo tre tie break, il gigante statunitense Reilly Opelka.

Sempre in questo quarto di tabellone, avanza l’altra testa di serie importante ancora in gara, il numero 6 del seeding, Kevin Anderson che ha superato in due set il portoghese Joao Sousa.

Agli ottavi Anderson sfiderà l’australiano Jordan Thompson che ha sorpreso, con un duplice 6-4 il bulgaro Grigor Dimitrov, al rientro dopo più di due mesi di stop.

Nel quarto più basso del tabellone, invece, avanza il giovane greco Stefanos Tsitsipas, accreditato per la prima volta di una testa di serie importante, la numero 8, in un main draw di un ATP Master 1000, che ha superato in due set l’argentino Leonardo Mayer.

Adesso per Tsitsipas ci sarà una affascinante sfida contro un altro giovane, il canadese classe 1999 Denis Shapovalov che ha superato in tre set il russo Andrey Rublev.

Infine, esce di scena l’ultimo azzurro ancora in gara, Marco Cecchinato, che ha ceduto in due set al belga David Goffin che adesso, per un posto nei quarti, troverà il NextGen statunitense Frances Tiafoe, vincente in tre contro lo spagnolo David Ferrer.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini