Tennis ATP Kitzbuhel: Fognini in semifinale, sfida oggi Kohlschreiber

Fabio Fognini continua il suo momento positivo in questa stagione estiva su terra rossa europea che lo ha già visto protagonista a Gstaad.

Questa settimana il ligure, numero uno di Italia, è impegnato nel torneo austriaco di Kitzbuhel dove, giunto ai quarti di finale, era l’unica testa di serie rimasta.

Un torneo dove non sono mancate le sorprese con Cuevas, primo favorito del seeding, fuori all’esordio così come Paolo Lorenzi, numero 3 e campione uscente.

Tante sorprese ma non nel cammino di Fabio che ha raggiunto le semifinali in seguito al successo di ieri sul brasiliano Thomaz Bellucci contro il quale non aveva mai perso nei precedenti tre incontri.

E così è andata anche ieri, con Fabio che, nonostante qualche problemino fisico, ha regolato il tennis potente del mancino brasiliano senza grosse difficoltà, approdando in semifinale dove affronterà Philipp Kohlschreiber.

Il tedesco sembrerebbe essere l’unico ostacolo rimasto sul cammino di Fabio verso la conquista del titolo perché, pur non essendo compreso tra le teste di serie, si tratta di un giocatore esperto e abile su terra rossa, che già in passato ha saputo creare problemi al ligure.

Kohlschreiber ha però rischiato e non poco nei quarti, riuscendo ad imporsi solo in rimonta ed al tie break del terzo contro il serbo Lajovic.

Nella parte alta, continua il sogno del giovane austriaco Sebastian Ofner, che, entrato grazie ad una wild card, ha fatto fuori prima Cuevas e poi l’argentino Olivo nei quarti.

In semifinale non ci sarà il derby contro Gerald Melzer che ha ceduto in tre set al “terraiolo” portoghese Joao Sousa.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Marco Pardini

Informazioni sull'autore
Appassionato di sport e delle storie dello sport, mi emoziono con il calcio e con il tennis ma, seppur tifoso, provo sempre a non eccedere talvolta mordendomi la lingua. Bianconero dalla nascita, per alcuni un pregio, per altri no.
Tutti i post di Marco Pardini