Tennis, ATP Cincinnati/New York: vittoria bizzarra di Djokovic, adesso la finale con Raonic

La finale del primo ATP Master 1000 di questa stagione 2020, il torneo di Cincinnati/New York, sarà tra il numero uno del mondo Novak Djokovic e il redivivo Milos Raonic, sfida che ha già deciso, in passato, un torneo di questo livello.

Un match strano, un’intensa battaglia di tre ore di gioco, numerosi capovolgimenti, rimonte e strappi fino a quello decisivo, da campione, da parte di Novak Djokovic che, vincendo 11 degli ultimi 13 punti del match, ha avuto la meglio su un inesauribile Roberto Bautista Agut (4-6 6-4 7-6).

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Dopo aver vinto il primo parziale lo spagnolo ha dovuto subire, inevitabile, la rimonta del suo avversario che, da eccellente primo della classe quale è, ha prontamente ritrovato un tennis propositivo e cinico trascinando il match al terzo e, dopo un abbaglio solo temporaneo iniziale, fino ad un cospicuo vantaggio di 5-2 nel set decisivo.

Qui, però, la luce si è spenta incredibilmente proprio per Djokovic che, dopo essersi ritrovato per più volte, nell’ottavo gioco del set, a due punti dal set in risposta, ha poi ceduto i due turni di servizio seguenti risvegliandosi d’un tratto sotto per 5-6, in ribattuta, questa volta, per salvare l’incontro.

Impossibile credere che fosse finita così e, nonostante un evidente stato di salute precario, il serbo ha costruito in un baleno un’altra strada per la rimonta conquistando 11 degli ultimi 13 quindici del match e dominando totalmente il tie break, vinto senza perdere nemmeno un punto.

In finale, come detto, Nole sfiderà l’ex numero tre del mondo Milos Raonic, riaffacciatosi in questa settimane ad altissimi livelli e vincente, ieri, in due set, sul greco Stefanos Tsitsipas (7-6 6-3), numero quattro del seeding e apparso pure lui in ottima condizione.

(Fonte: Profilo Twitter Ufficiale ATP Tour)

Decisivo in questo caso il primo set con Raonic ottimo a salvare l’unica palla break concessa, addirittura un set point nel dodicesimo gioco del match e poi perfetto dal 4-5 sotto nel tie break a conquistare a suon di vincenti i tre successivi punti.

Quello odierno tra Djokovic e Raonic sarà l’undicesimo confronto diretto in carriera con il serbo che ha sempre vinto nei precedenti dieci, l’ultimo ad inizio anno nei quarti di finale di Melbourne e per ben due volte in una finale di un ATP Master 1000, nel 2014 a Parigi e nel 2016 ad Indian Wells.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€