Superlega maschile: i risultati della 6a giornata. Trentino espugna il PalaBarton

La prima partita della giornata vede sfidarsi Vero Volley Monza e Top Volley Cisterna. La squadra di Kovac lotta, strappa un set ai padroni di casa ma manca ancora qualcosa per arrivare alla vittoria. Dall’altro lato, i ragazzi di Eccheli riescono a sopperire l’assenza di Lagumdzija senza eccessiva difficoltà. Il suo sostituto Davyskiba porta i brianzoli alla vittoria per 3 a 1, risultando MVP alla sua prima partita da titolare.

La Gas Sales Bluenergy Piacenza ha risolto i problemi legati al Covid-19 ma dovrà ancora attendere per tornare sul taraflex. L’incontro con la Leo Shoes Modena è stato rinviato per l’inagibilità del PalaBanca.

La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia rispetta il pronostico e vince la gara contro la Consar Ravenna, ancora senza il centrale titolare Grozdanov. Dopo la sconfitta rimediata a Verona, non si fa attendere la reazione della squadra di Baldovin; con i 10 punti dell’mvp Chinenyeze trova 3 punti preziosi per la classifica.

L’Allianz Milano torna in campo dopo quasi un mese dall’ultima partita ma non riesce a vincere più di un set contro l’NBV Verona. I ragazzi di coach Stoytchev cominciano il nuovo anno con una vittoria da tre punti. Nonostante la felicità per il successo, preoccupano le condizioni dell’alzatore scaligero Spirito uscito dal campo nel corso del quarto set per infortunio.

Logo Superlega maschile volley

Sir Safety Conad Perugia – Itas Trentino

Il primo big match del 2021 se lo aggiudica l’Itas Trentino. La Sir Safety Conad Perugia, che deve ancora fare i conti con l’assenza del suo capitano Atanasijevic, rimedia la terza sconfitta della stagione pur mantenendo il primo posto in classifica. L’incontro al PalaBarton termina 1-3 (20-25, 25-23, 19-25, 21-25) in favore dei trentini.

Primo set

L’Itas tenta la fuga con l’ace di Lisinac (2-6) ed Heynen chiama il time-out. I due muri consecutivi di Giannelli portano i trentini sul +6 (3-9) e il tecnico umbro ferma il gioco nuovamente. Plotnytskyi non trova le mani del muro e Ricci sbaglia consecutivamente due primi tempi (5-13). La rimonta perugina ha un nome e cognome: Sebastian Solè, che va a segno prima con un attacco al centro, un muro su Michieletto (10-15) e ancora con un primo tempo (11-16).

Il neoentrato Ther Horst realizza un monster bock su Nimir (15-19) e Lorenzetti richiama i suoi in panchina. Con la diagonale della banda ucraina, la Sir si riporta a -1 (18-19) e il coach trentino spende il secondo time-out. Il punteggio torna in equilibrio sul 20, con l’errore diretto in attacco di Lisinac. L’opposto umbro sbaglia da posto 2 e regala il punto n.25 agli ospiti.

Secondo set

L’ace di Travica vale il 3 pari. Podrascanin sbaglia il primo tempo e regala il vantaggio alla sua vecchia squadra (4-3). Il gioco tra le due formazioni procede in assoluta parità. Ancora il centrale serbo mura Ther Horst e regala il +2 ai gialloblù (10-12) ed Heynen richiama i suoi in panchina.

Perugia recupera lo svantaggio e torna avanti con la palla slash finalizzata da Travica (15-14). Plotnytskyi firma il punto diretto al servizio del 17-15 e Lorenzetti chiama time out. Lucarelli risponde con l’ace del 17 pari. Vernon-Evans rientra e realizza un monster block sulla banda brasiliana (23-20). Leon vanifica il primo set-point della Sir e poi trova il punto finale in pipe.

Terzo set

Partito in sordina, ora Leon è un punto di riferimento per i perugini: prima firma il 6-4 con una diagonale e poi il video check conferma l’ace (7-4). Non basta il time out di Lorenzetti, al rientro in campo sempre il n.9 sigla il secondo punto diretto in battuta. Solè mura il brasiliano (12-7) e costringe il tecnico trentino a fermare il gioco nuovamente.

La rimonta di Trento comincia con un ace di Giannelli, il muro di Abdel Aziz (12-10) e un altro punto diretto dai nove metri di Lucarelli (13-12). La parallela fuori di Ter Horst vale il 15 pari. L’ace di Nimir porta i trentini in vantaggio (16-15) e Heynen chiama time out. Trentino tenta la fuga con i muri di Lucarelli e Podrascanin. Kooy, appena entrato, realizza un monster block sull’opposto avversario che vale il terzo set.  

Quarto set

Ricci firma il suo primo punto in attacco (3-3). Trentino trova il doppio vantaggio con il muro di Podrascanin (4-6). Perugia si riavvicina con l’ace di Vernon-Evans (7-10). I due primi tempi al centro di Lisinac regalano un break all’Itas (9-13). La parallela di Nimir porta Trento al +5 (11-16). L’opposto canadese mette a referto il secondo ace della sua partita, trovando la zona di conflitto avversaria (15-17).

L’attacco dello schiacciatore brasiliano nei due metri avversari vale il 15 a 21. Perugia rimane a galla con il pallonetto di Leon (17-22) e il muro di Ricci (18-22). Non bastano i 2 match-point annullati, Vernon-Evans invade e regala la vittoria all’Itas Trentino.

Superlega maschile: ecco i risultati della sesta giornata di ritorno

Kioene Padova-Cucine Lube Civitanova 0-3 (23-25, 22-25, 18-25)
Gas Sales Bluenergy Piacenza-Leo Shoes Modena Rimandata
Sir Safety Conad Perugia-Itas Trentino 1-3 (20-25, 25-23, 19-25, 21-25)
NBV Verona-Allianz Milano 3-1 (21-25, 25-22, 25-22, 25-17)
Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia-Consar Ravenna 3-0 (25-21, 25-21, 25-22)
Vero Volley Monza-Top Volley Cisterna 3-1 (25-22, 23-25, 25-23, 25-22)

Superlega maschile: classifica aggiornata dopo la sesta giornata di ritorno

SquadraPGVPSetPt
1Sir1714345:1443
2Lube1513240:1436
3Callipo1611536:2431
4Trentino1510534:2130
5Gas Sales158727:2824
6Volley Milano149531:2723
7Modena168828:2923
8Power Volley127526:2220
9Verona1551025:3416
10Porto Robur Costa1531221:3813
11Padova1731419:4412
12Top Volley1711612:495
Fonte: Google

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus