Si ritira Walter Samuel: “The Wall” del triplete interista

Si è conclusa la carriera di Walter Samuel: riviviamo le sue gesta 

Walter Samuel
Walter Samuel

Walter Adriàn Samuel, nasce il 23 marzo del 1978 a Firmat in Argentina, definito da tutti uno dei migliori difensori centrali al mondo per la sua forza fisica, rapidità e bravura nelle palle alte, che ogni tanto lo hanno portato a realizzare qualche rete decisiva.

La sua carriera inizia in patria nella stagione 1996-97 tra le file dei Newell’s Old Boys, dove colleziona 42 presenze. Samuel si afferma nel massimo campionato argentino, cosi nell’estate del ‘97 passa al Boca Juniors, uno dei club più prestigiosi al mondo, con la squadra di Buenos Aires il forte difensore disputa tre stagioni, totalizzando 77 presenze e 4 reti, vincendo inoltre due campionati nazionali e una Copa Libertadores. Nei tre anni trascorsi al Boca Juniors, Samuel ha modo anche di farsi notare con la Nazionale under 20 dell’Argentina, con cui vince un Mondiale nel ’97 e nel ’99 si guadagna la sua prima convocazione nella Nazionale maggiore, debuttando in una gara amichevole contro il Venezuela, deliziata anche da un suo goal, nello stesso anno.

Nell’estate del 2000, Walter Samuel suscita interesse anche da parte dei più importanti campionati europei, in particolare quello italiano e ad assicurarsi le sue prestazioni è la Roma di Fabio Capello, acquistandolo per ben 34 miliardi delle vecchie lire. In giallorosso, l’argentino gioca per quattro stagioni,collezionando 122 presenze e 9 reti, conquistando lo Scudetto al primo anno e una Supercoppa italiana, nella capitale Samuel si afferma al livello europeo come uno dei migliori difensori, tanto che è stato soprannominato “The Wall”, cioè il muro, proprio per la sicurezza che dava alla propria difesa. Merito delle stagioni ben disputate in Italia, uno dei campionati più importanti e difficili al mondo, Samuel attirando l’interesse di una big di fama mondiale come il Real Madrid, infatti il difensore argentino nell’estate del 2004 si trasferisce in Spagna, per una cifra pari ai 25 mln di euro.

“The Wall”, con le “Merengues” gioca per una sola stagione totalizzando 30 presenze e 2 reti, ma il giocatore non si esprime ai soliti livelli mostrati in Argentina e in Italia, infatti l’esperienza spagnola per Samuel non fu proprio un’esperienza da incorniciare. Dopo una stagione travagliata, Samuel è in cerca di riscatto, infatti nell’estate del 2005 fa ritorno nel massimo campionato italiano, ma indossando la maglia nerazzurra dell’Inter per 16 mln. Il forte difensore argentino, in nerazzurro ci resta per nove stagioni, collezionando 169 presenze e 14 reti, vince praticamente tutto sia in Italia che in Europa, inizialmente con Roberto Mancini alla guida e successivamente con Josè Mourinho. E’ proprio col tecnico portoghese, Samuel e compagni vivono il momento più bello della loro carriera nella stagione 2009/2010, conclusa infatti con la conquista dello storico triplete, che ha visto l’Inter vincere Scudetto, Coppa Italia, Champions League. Le nove stagioni in nerazzurro hanno dato la possibilità ad un grande campione come Samuel di arricchire il proprio palmares con 5 Scudetti, 4 Supercoppe Italia, 3 Coppe Italia, 1 Champions League e 1 Mondiale per Club, per non parlare di diversi riconoscimenti individuali, tra tutti quello di miglior difensore nel 2010, anno del triplete.

Il matrimonio tra Walter Samuel e l’Inter si chiude nell’estate 2014, infatti dopo nove stagioni meravigliose, l’argentino accetta una nuova sfida, andando a giocare in Svizzera con la maglia del Basilea, dove pur non giocando tantissimo a causa di un’età un po’ avanzata e qualche problema fisico, ha messo a disposizione della squadra tutta la sua esperienza, contribuendo alla conquista di due campionati svizzeri.

La carriera di questo grande giocatore, terminata ufficialmente da pochi giorni a causa di problemi fisici come ha dichiarato lo stesso Samuel, è stata grandiosa e sarà di certo ricordato come uno dei difensori centrali più forti della storia del calcio, forse l unico rammarico è quello di non averlo visto vincere con la Nazionale Argentina quanto come nei diversi club con cui ha giocato, ma la cosa certa è che campioni come Samuel al calcio mancheranno.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€