Serie B, top e flop 28° giornata: Pazzini è il solito cannibale e De Luca sembra rinato. Caputo non morde

Verona-Ternana 2-0: Pazzini segna una doppietta nel primo tempo, andando a quota 19 in classifica marcatori, e stende una Ternana troppo morbida e con la testa altrove. Veneti terzi, adesso a -3 dal Frosinone; umbri ancora ultimi e sempre più nei guai. Migliori in campo Pazzini (8) e Zanon (6.5): il primo è semplicemente l’uomo immagine del club gialloblu, impossibile spendere per lui parole che non siano state dette. Il secondo offre una buona prestazione ed effettua vari cross che non vengono raccolti. Male Avenatti (4.5), per il rigore tirato fuori e la poca precisione complessiva. Nessun voto sotto il 6 tra gli scaligeri.

Salernitana-Spal 1-2: campani combattivi, ma stasera, davanti a loro, si è palesato un Meret sempre più convinto dei propri mezzi e bravissimo a disinnescare ogni tentativo di Coda e soci. Dal canto suo, la Spal fa la sua partita e passa con Zigoni su rigore. Nel finale di partita arrivano il raddoppio di Floccari e il gol della bandiera di Coda.In classifica, i ferraresi sono sempre secondi, ma con soli due punti di ritardo dal Frosinone, mentre i campani rischiano di finire di nuovo nei quartieri bassi. Migliori in campo Meret (7), per i motivi accennati sopra, e Coda (6.5), per il gol e l’impegno profuso. Male Ronaldo (5), sempre impreciso. Nessuna insufficienza tra i giocatori ospiti.

Perugia-Frosinone 1-1: i giallazzurri non vanno oltre il pari al “Curi” e, pur restando in vetta, vedono diminuire il proprio vantaggio in classifica. Al gol iniziale di Kragl risponde Nicastro. Perugia ottavo, a rischio di uscita dai playoff. Bene Nicastro e Kragl (7 per entrambi), che segnano e si battono con volontà; complimenti soprattutto al giocatore di casa, partito dalla panchina. Male Forte e Mokulu (per tutti e due): fuori dalla partita il primo e falloso e sprecone il secondo

Novara-Benevento 1-0: un gol di Troest regala al Novara tre punti che permettono l’aggancio del Perugia all’ottavo posto. Seconda sconfitta di fila per il Benevento, adesso quarto e, pur presentatosi oggi con varie novità tra i titolari, apparso ultimamente in riserva e meno solido in difesa. Troest (7) e Matera (6.5) sono i migliori in campo, il primo per il gol e la solidità difensiva e il secondo, all’esordio, per la fantasia e l’imprevedibilità che dà ai suoi. Male Macheda e Falco (5.5), meno efficaci di altre volte.

Cittadella-Trapani 3-2: al termine di una partita tranquilla nei primi 82 minuti e folle negli ultimi 8, i veneti esultano per una vittoria arrivata dopo troppi risultati negativi e rimangono al sesto posto. Le reti di Chiaretti, Iunco e Iori vanificano quelli di Coronado e Citro su rigore. Siciliani sempre penultimi, e adesso chi è più in alto sta a +4. Migliori in campo Iunco e Citro (6.5): entrambi subentrati, danno nuova linfa ai loro attacchi e tengono alta la tensione in area. Male Vernier e Barillà (per tutti e due), protagonisti in negativo del match per via di errori difensivi (entrambi), un rigore provocato (Vernier) e un gol sbagliato (Barillà).

Latina-Cesena 1-1: Cocco e Dellafiore fissano il risultato finale su un pareggio del tutto inutile che, anzi, peggiora la precaria situazione di entrambe le compagini, appaiate al 17° posto con 30 punti. Migliori in campo Dellafiore e Cocco (entrambi 6.5), per il gol e le buone cose messe in mostra. Male Corvia e Ciano (5), stasera senza fantasia e senza mordente.

Pro Vercelli-Avellino 1-1: amarissima la delusione subita dagli irpini, subito in gol con Verde, su ribattuta di un rigore sbagliato da lui stesso, e raggiunti al 95° minuto da Comi su rigore. Un risultato che non cambia la situazione dell’Avellino, comunque non lontano dai playoff, ma aggrava quella dei piemontesi, adesso 19°. Migliori in campo Emanuello e Radunovic (6.5 ad entrambi), il primo per la concretezza e il secondo per la sicurezza che dà con le sue uscite alte. Male Mammarella (5), poco coinvolto ed impreciso al cross, e Ardemagni (5.5), scarsamente servito e mai veramente pericoloso, eccezion fatta per il rigore procurato all’inizio del match.

Spezia-Ascoli 2-1: Tante occasioni sprecate, tra cui un rigore sbagliato da Granoche, ma lo Spezia vince per 2-1 grazie ai gol di Piccolo e Djokovic (o Granoche) e va al posto. L’Ascoli è poco in palla, va in gol solo allo scadere con Gigliotti e ora ha solo quattro lunghezze di vantaggio sulla zona playout. Benissimo Pulzetti (7), perfetto in mezzo al campo, e bene Cassata (6.5), continuo e propositivo. Non benissimo Signorelli (5.5), apparso impacciato e in difficoltà, e male Favilli (5), ben chiuso dalla difesa di casa e reso innocuo.

Vicenza-Entella 2-2: pareggio bello da vedere, ma inutile e, per certi, versi dannoso per entrambe le squadre. La bella doppietta di De Luca viene vanificata dal goffo autogol di Esposito, che ostacola Benussi in uscita alta e devia la palla nella sua porta, e dall’imperioso stacco di Pellizzer. Vicenza terzultimo, Entella decimo: sì, è decisamente un pari che non soddisfa nessuno. Migliori in campo De Luca (7.5), per la doppietta e la costanza messa in campo, e Pellizzer (6.5), per il gol e la prova impeccabile in difesa. Male, invece, Signori Caputo (5), sconclusionato il primo e poco presente il secondo.

Pisa-Carpi 0-0: dopo i bagordi di Ascoli, il Pisa torna a non pungere e si accontenta di bloccare gli emiliani, guadagnando il 14° pareggio stagionale. Carpi spesso insidioso, ma il fortino nerazzurro regge. Lo 0-0 è il risultato più giusto e danneggia, forse, più i biancorossi che i toscani. Migliori in campo Del Fabbro Poli (6.5), impeccabili nel guidare le rispettive difese. Da rivedere Manaj e Mbakogu (5.5), mai incisivi.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 28 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureando in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana