Serie B, squalificati 42° giornata: tre turni a Jallow e due a Masi

È stata un’ultima giornata tranquilla sul fronte disciplinare, con appena sette squalificati e due sole società sanzionate. Le pene più dure sono state comminate a Jallow e a Masi, squalificati rispettivamente per tre e due giornate, che saranno scontate nel prossimo campionato. Gli altri cinque atleti, invece, dovranno contare un solo turno. Nessuno dei calciatori interessati milita in squadre impegnate nei playoff.

Ecco l’elenco completo:

CALCIATORI ESPULSI

Jallow Lamin (Trapani): “per avere, al termine della gara, colpito con una violenta manata al volto un calciatore della squadra avversaria“;

Masi Alberto (Ternana): “per avere, al 31° del secondo tempo, dalla panchina, rivolto all’Arbitro espressioni ingiuriose; infrazione rilevata da un Assistente“;

De Luca Giuseppe (Vicenza): “per essersi reso responsabile di un fallo grave di giuoco“.

CALCIATORI NON ESPULSI

Almici Alberto (Ascoli Picchio): “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“;

Del Fabro Dario (Pisa): “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“;

Ledesma Cristian Daniel (Ternana): “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“;

Moras Evangelos (Bari): “per comportamento scorretto nei confronti di un avversario“.

 

Per quanto riguarda le società, infine, sono state irrorate sanzioni da 10.000 euro al Vicenza per avere suoi sostenitori, al 20° del primo tempo, lanciato numerosi fumogeni sul terreno di giuoco costringendo l’Arbitro a sospendere la gara per circa nove minuti; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza” e di 3000 euro al Verona per avere suoi sostenitori, al 45° del secondo tempo, lanciato sul terreno di giuoco tre fumogeni; sanzione attenuata ex art. 14 n. 5 in relazione all’art. 13, comma 1 lett. a) e b) CGS, per avere la Società concretamente operato con le Forze dell’Ordine a fini preventivi e di vigilanza.”

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana