Serie B, risultati 33° giornata 05-04-2022: Cremonese ancora in testa, il Lecce ne segue la scia. Il Pordenone ci mette l’orgoglio, Cosenza beffato all’ultimo respiro

Cremonese-Alessandria 2-1: vittoria pesantissima per i lombardi, che sconfiggono i piemontesi di misura grazie a Strizzolo e Gaetano, ma soffrono oltremodo l’avversario a causa dell’espulsione di Gondo; Palombi accorcia le distanze, tuttavia manca il colpo del 2-2. La Cremonese rimane in vetta a 63 punti e l’Alessandria non allunga sulle contendenti e continua a viaggiare a quota 26 punti.

Pordenone-Frosinone 2-0: Deli dopo pochi minuti e Cambiaghi nel finale danno ai friulani un successo prestigioso e tre punti che danno morale, ma che probabilmente non basteranno per accedere ai playout, distanti 7 punti. I laziali non si muovono dall’ottavo posto, che continuano a detenere con 51 punti, ma il Perugia potrebbe andare a -1 in caso di vittoria domani.

Reggina-Benevento 0-3: Insigne, Forte e Moncini danno ai sanniti un successo forse eccessivo sul piano del risultato, ma comunque prezioso poiché utile all’insediamento, momentaneo, al quarto posto (con la partita a Cosenza da recuperare). La Reggina, sempre a metà classifica con 44 punti, è matematicamente salva.

Spal-Cosenza 2-2: il rigore sbagliato da Mancosu in avvio di partita sarebbe costato caro se, nel terzo minuto di recupero, Esposito non avesse pareggiato la rete di Caso; in precedenza Dickmann aveva fatto altrettanto con la rete cosentina di Camporese. La Spal va a 34 punti e si assesta al 15° posto, a +8 sulla zona playoff, mentre il Cosenza non riesce a scavalcare l’Alessandria e si ferma al 17° posto con 25 punti.

Ternana-Lecce 1-4: anche in questo caso il risultato forse penalizza troppo la squadra perdente, che si ritrova sotto di due gol dopo venti minuti per via dei gol di Coda e Strefezza e riesce solo ad accorciare le distanze con Bogdan prima di venire travolta dalle reti nel finale di Di Mariano e Strefezza. I salentini si mantengono secondi a -1 dalla vetta e la Ternana, a 44, è da oggi salva.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana