Serie B, 2° giornata: se Foggia piange, Lecce non ride. Perugia ok

Crotone-Foggia 4-1: Stroppa non ha pietà della sua ex squadra e ne fa polpette. Dopo mezz’ora di dominio indiscusso, i calabresi passano con Faraoni, che batte Bizzarri con un tiro al volo su cross di Martella. Nella ripresa Firenze e Nalini chiudono la questione in cinque minuti con rispettivamente un gran tiro a giro che finisce nel sette e con uno splendido pallonetto da oltre trenta metri. Dopo una piccola pausa di circa sette minuti dovuta al guasto di un riflettore, si continua a segnare con Rohden, che triangola con Nalini e spedisce il pallone in rete. Al 93° minuto Mazzeo trasforma l’inutile rigore della bandiera.

Lecce-Salernitana 2-2: nemmeno stavolta i pugliesi riescono a tenere fino al 90° minuto e gettano via altri punti per strada. I giallorossi partono a razzo e passano dopo appena quattro minuti grazie a Mancosu, che sfrutta alla grande un cross di Falco e mette in rete in rovesciata. Il resto del primo tempo e gran parte della ripresa vedono le due squadre lottare senza risparmiarsi, ma è la Salernitana a prendere sempre più le redini del gioco e al 71° pareggia con Bocalon, che sfrutta un rinvio sballato di Vigorito e deposita in rete. Dieci minuti dopo è ancora il Lecce a passare con Falco, che disegna una traiettoria imparabile da calcio di punizione e batte ancora Micai; al 90°, però, i pugliesi si distraggono ancora e incassano il pareggio campano siglato di testa da Castiglia, che stacca in area senza opposizione su un pallone a campanile.

Perugia-Ascoli 2-0: Nesta vince la sua prima partita da allenatore contro un avversario volenteroso, ma in fin dei conti inconcludente. La partita viene decisa da Vido, che segna al 6° minuto mettendo in rete un pallone finito sul palo dopo un precedente tiro e poi anche al 49° grazie al portiere bianconero Perucchini, che sbaglia il rinvio tirandogli addosso il pallone, che entra in porta. All’Ascoli non basta nemmeno giocare con l’uomo in più per quasi mezz’ora (espulso Michael per un fallaccio da dietro su Ninkovic): il Perugia controlla senza patemi e riesce a guadagnarsi i tre punti.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana